V Commissione - Resoconto di mercoledý 26 luglio 2006


Pag. 73

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 9.10 alle 9.20.

DELIBERAZIONI DI RILIEVI SU ATTI DEL GOVERNO

Mercoledì 26 luglio 2006. - Presidenza del presidente Lino DUILIO. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Paolo Cento.

La seduta comincia alle 9.20.

Schema di decreto legislativo concernente disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale.
Atto. n. 12.
(Rilievi alla VIII Commissione).
(Seguito dell'esame, ai sensi dell'articolo 96-ter, comma 4, del regolamento, e conclusione - Valutazione favorevole).

La Commissione prosegue l'esame dello schema di decreto legislativo in oggetto, iniziato nella seduta del 19 luglio scorso.

Marco CALGARO (Ulivo), relatore, segnala che è stato trasmesso il parere favorevole espresso sullo schema di decreto dalla Conferenza unificata. Ricorda


Pag. 74

poi che nella precedente seduta aveva sollecitato al Governo alcuni chiarimenti.

Il sottosegretario Paolo CENTO dichiara di non aver osservazioni da formulare sul testo. Con riferimento, in particolare, all'articolo 1, comma 1, conferma che l'adozione del decreto correttivo non potrà, in ogni caso, intervenire che nell'osservanza dei principi e criteri stabiliti dalla legge n. 308 del 2004, incluso, naturalmente, quello della neutralità finanziaria, considerato che i decreti delegati non possono comportare oneri non previamente quantificati e coperti dalla legge di delega. Con riferimento al comma 3 dell'articolo 1 osserva che, comunque, gli atti posti in essere dalle Autorità di bacino, dal 30 aprile 2006 fino all'entrata in vigore del decreto in esame, sono in ogni caso assistiti dalla clausola di neutralità finanziaria del decreto legislativo n. 152 del 2006, così come quelli che deriveranno dall'esecuzione del decreto, supportato anch'esso dalla medesima clausola di invarianza della spesa, a norma del comma 4 dell'articolo 1 del testo.

Marco CALGARO (Ulivo), relatore, formula quindi la seguente proposta di parere:

«La V Commissione Bilancio, tesoro e programmazione,
esaminato, per quanto di competenza, ai sensi dell'articolo 96-ter, comma 2, del Regolamento, lo schema di decreto legislativo concernente disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale (atto n. 12);
preso atto dei chiarimenti forniti dal Governo per cui gli atti posti in essere dalle Autorità di bacino dal 30 aprile 2006 fino all'entrata in vigore del provvedimento in esame sono in ogni caso assistiti dalla clausola di neutralità finanziaria del decreto legislativo n. 152 del 2006;

VALUTA FAVOREVOLMENTE

lo schema di decreto legislativo».

La Commissione approva la proposta di parere.

La seduta termina alle 9.30.

ATTI DEL GOVERNO

Mercoledì 26 luglio 2006. - Presidenza del presidente Lino DUILIO. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Paolo Cento.

La seduta comincia alle 9.30.

Schema di decreto ministeriale concernente il riparto dello stanziamento iscritto nello stato di previsione della spesa del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2006 relativo a contributi da erogare a enti, istituti, associazioni, fondazioni e altri organismi.
Atto n. 10.
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

La Commissione inizia l'esame dello schema di decreto ministeriale.

Antonio MISIANI (Ulivo), relatore, osserva che lo schema di decreto del Ministro dell'economia e delle finanze in esame provvede al riparto per il 2006 delle disponibilità relative a contributi ad enti, istituti, associazioni, fondazioni e altri organismi di competenza del Ministero dell'economia e delle finanze. Esso è stato predisposto in attuazione del comma 2 dell'articolo 32 della legge finanziaria per il 2002 (legge n. 448/2001), che prevede che i contributi dello Stato in favore di enti, istituti, associazioni, fondazioni ed altri organismi, indicati in una tabella allegata, devono essere iscritti in un'unica unità previsionale di base nello stato di previsione di ciascun Ministero interessato; il relativo importo è determinato annualmente dalla tabella C della legge finanziaria. Il riparto delle risorse stanziate su ciascuna di tali unità previsionali di base deve essere annualmente effettuato, previa acquisizione del parere delle Commissioni parlamentari competenti, con decreto ministeriale.


Pag. 75


Rileva che il decreto dovrebbe essere emanato entro il 31 gennaio; il termine previsto dalla legge è peraltro da considerarsi ordinatorio. Le somme iscritte nello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze da assegnare per l'anno 2006 ammontano complessivamente a 1.862.000 euro.
Lo stanziamento è, come di consueto, ripartito tra i seguenti enti: Istituto nazionale per la fauna selvatica, per il quale si prevede un contributo di 1.820.133 euro; Fondazione opera campana dei caduti di Rovereto, per il quale si prevede un contributo di 36.407 euro; Istituto di contabilità nazionale (IS.CO.NA.), per il quale si prevede un contributo di 5.460 euro. Le percentuali di ripartizione del contributo tra i tre enti per il 2006 corrispondono esattamente a quelle adottate negli anni precedenti.
Propone pertanto di esprimere un parere favorevole.

Il sottosegretario Paolo CENTO condivide l'avviso del relatore, osservando che si tratta di un provvedimento di applicazione di disposizioni contenute nella legge finanziaria.

Antonio MISIANI (Ulivo), relatore, formula quindi, anche alla luce dell'avviso del Governo, la seguente proposta di parere:

«La Commissione Bilancio, tesoro e programmazione,
esaminato lo schema di decreto ministeriale concernente il riparto dello stanziamento iscritto nello stato di previsione della spesa del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2006, relativo a contributi da erogare a enti, istituti, associazioni, fondazioni e altri organismi (atto n. 10);
esprime

PARERE FAVOREVOLE».

La Commissione approva la proposta di parere.

Lino DUILIO, presidente, avvertendo che sono iniziati i lavori dell'Assemblea, rinvia ad altra seduta l'esame delle altre materie all'ordine del giorno.

La seduta termina alle 9.35.

AVVERTENZA

Il seguente punto all'ordine del giorno non è stato trattato:

SEDE REFERENTE

Rendiconto generale dell'Amministrazione dello Stato per l'anno finanziario 2005.
C. 1253 Governo.

Disposizioni per l'assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle amministrazioni autonome per l'anno finanziario 2006.
C. 1254 Governo.