XIV Commissione - Resoconto di mercoledý 20 settembre 2006


Pag. 149

SEDE CONSULTIVA

Mercoledì 20 settembre 2006. - Presidenza del presidente Franca BIMBI. - Interviene il sottosegretario di Stato per politiche agricole, alimentari e forestali, Giovanni Mongiello.

La seduta comincia alle 15.15.

D.L. n. 251/2006: adeguamento alla direttiva 79/409/CEE in materia di conservazione della fauna selvatica.
C. 1610 Governo.
(Parere alla XIII Commissione).
(Seguito dell'esame e conclusione - Parere favorevole).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento in titolo, rinviato nella seduta del 19 settembre.

Sull'ordine dei lavori.

Gianluca PINI (LNP) interviene sull'ordine dei lavori, chiedendo di riunire il Comitato dei nove sul disegno di legge comunitaria 2006 al termine della seduta odierna, al fine di valutare, alla luce del dibattito in Assemblea, una eventuale riformulazione dell'articolo 8-ter, lettera a), con lo scopo di far propria la condizione espressa dalla Commissione bilancio soppressiva della medesima lettera a).

Franca BIMBI, presidente, si riserva di valutare la richiesta insieme ai rappresentanti di gruppo in Commissione. In ogni caso, sarebbe necessario riunire il Comitato dei nove e poi rinviare alla Commissione bilancio la nuova formulazione per una valutazione.

Passando quindi all'esame del disegno di legge in titolo, ricorda che il relatore Cassola, nel corso della seduta di ieri, ha proposto di esprimere un parere favorevole.

Gianluca PINI (LNP) esprime il suo parere contrario sul merito del provvedimento, e quindi voto contrario sulla proposta di parere del relatore. La formulazione del decreto, infatti, è a suo giudizio


Pag. 150

più dannosa delle conseguenze, che deriverebbero da una condanna della Commissione UE. Ritiene che con esso, infatti, siano calpestate le autonomie territoriali. L'articolo 6, ad esempio, è emblematico di un'azione priva di alcuna concertazione con le regioni.
Preannuncia un'opposizione dura del suo gruppo in Commissione agricoltura e in Aula contro questo decreto e ribadisce che il danno che esso provocherà - che non è stato calcolato e né quantificato - non sarà soltanto a carico della caccia, ma anche dell'agricoltura e dell'allevamento.

Giuseppina CASTIELLO (AN) preannuncia, anche a nome dei deputati del suo gruppo, voto contrario sulla proposta di parere del relatore, contro un provvedimento che giudica un vero e proprio colpo di mano contro la caccia.

Gianluca PINI (LNP) sottolinea ancora il voto contrario della Lega nord in quanto si tratta di un provvedimento punitivo verso il mondo della caccia, una «cambiale politica» pagata al gruppo dei Verdi dalla maggioranza.

Arnold CASSOLA (Verdi), relatore, ribadisce che il provvedimento in esame tende sostanzialmente a risolvere infrazioni comunitarie a seguito delle quali, se non si interviene subito, si perderanno, ad esempio, le risorse comunitarie destinate al finanziamento dell'agricoltura nell'ambito dei programmi di sviluppo rurale.

Giovanni MONGIELLO, sottosegretario di Stato per Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, concorda con le osservazioni del relatore.

La Commissione approva la proposta di parere favorevole del relatore.

La seduta termina alle 15.30.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 15.45 alle 16.

COMITATO DEI NOVE

Mercoledì 20 settembre 2006.

Legge comunitaria 2006.
C. 1042-A Governo.

Il Comitato si è riunito dalle 20.10 alle 20.30.