I Commissione - Resoconto di giovedý 9 novembre 2006


Pag. 11

COMITATO PERMANENTE PER I PARERI

Giovedì 9 novembre 2006. - Presidenza del presidente Riccardo MARONE.

La seduta comincia alle 9.10.

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2007).
C. 1746/bis-A ed emendamenti ad esso riferiti.
(Parere all'Assemblea).
(Esame emendamenti e conclusione - Parere favorevole con osservazioni).

Riccardo MARONE, presidente, avverte che nella seduta odierna il Comitato pareri è chiamato ad esprimere il parere di sua competenza sul disegno di legge finanziaria


Pag. 12

per il 2007, nel testo licenziato dalla V Commissione (Bilancio) ad esito dell'esame referente, nonché sugli emendamenti allo stesso riferiti, limitatamente ai profili connessi alla ripartizione delle competenze tra lo Stato, le regioni e gli enti locali di cui al titolo V della parte seconda della Costituzione.

Pierangelo FERRARI (Ulivo), relatore, ricorda, preliminarmente, gli indirizzi interpretativi adottati dalla Corte costituzionale in riferimento al quadro dei rapporti tra lo Stato, le regioni e gli enti locali in materia finanziaria, con particolare riferimento ai principi stabiliti dall'articolo 119 della Costituzione e rileva in proposito come tale giurisprudenza, formatasi prevalentemente in riferimento a disposizioni contenute in leggi finanziarie annuali, abbia affermato costantemente la illegittimità di interventi finanziari dello Stato a destinazione vincolata in ambiti materiali riconducibili a materia rimesse alla competenza legislativa, concorrente o residuale, delle regioni, al fine di evitare sovrapposizioni di politiche e di indirizzi governati centralmente a quelli legittimamente decisi dalle Regioni negli ambiti materiali di propria competenza. Il contrasto con i principi di autonomia finanziaria delle regioni e degli enti locali non è, invece, ravvisabile nel caso in cui la rilevanza macroeconomica dell'intervento rende lo stesso riconducibile alla competenza legislativa dello Stato in materia di tutela della concorrenza che, secondo la Corte, va intesa in senso ampio, capace di ricondurre in capo allo Stato gli strumenti di politica economica che attengono allo sviluppo dell'intero Paese. In tutti i casi, infine, in cui l'intervento finanziario dello Stato sia riferibili ad ambiti materiali che attengono a competenze sia dello Stato sia delle regioni, ovvero in cui siano ravvisabili esigenze di esercizio unitario di funzioni amministrative la Corte ritiene che l'intervento dello Stato debba avere luogo sulla base di procedure concertative con il mondo delle autonomie, secondo il principio di leale collaborazione. Alla luce di tali criteri interpretativi fa quindi presente, in linea generale, che il disegno di legge finanziaria appare coerente con il sistema di rapporti delineato dal titolo V della parte seconda della Costituzione. Formula, pertanto, una proposta di parere favorevole con osservazioni. Si sofferma in particolare sugli articoli 193 e 198, che prevedono rispettivamente interventi per il piano straordinario per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi, nonché in materia di servizi sociali. In ordine a tali articoli, che disciplinano materie evidentemente riconducibili alla competenza legislativa residuale delle regioni, fa presente che la proposta di parere segnala l'opportunità di verificare se gli interventi ivi previsti siano ascrivibili ad esigenze di esercizio unitario di cui all'articolo 118 della Costituzione, richiedendo in tal caso forme concertative tra lo Stato e le regioni per il relativo riparto, richiedendo, altrimenti, la loro soppressione in quanto contrastanti con i principi stabiliti dall'articolo 119 della Costituzione.
Passando all'esame degli emendamenti al disegno di legge finanziaria presentati per l'esame in Assemblea, propone di esprimere parere contrario sugli emendamenti 6. 02. Garnero Santanchè; 8. 7. Armani; 9. 14 Peretti; 9. 02 Alemanno; 9. 03 Gioacchino Alfano; 9. 04 D'Elpidio; 9. 07 Raisi; 57. 01. e 57. 03 Fedele; 57. 03. Borghesi; 68. 109. Alberto Giorgetti; 71. 03. Buontempo; 115. 5. Gianfranco Conte; 163.01. Rampelli; 182. 01 Fugatti e 182. 02 Alberto Giorgetti; 190. 5. Mellano; 199. 6, 199. 7, 199. 8, 199.11, 199. 12, 199. 13, 199. 14 199. 15, 199. 16, 199.17, 199. 18, 199. 19, 199. 22, 199. 23 Garavaglia, nella parte in cui non prevedono forme concertative con le regioni per il riparto delle risorse; 204. 1. Meloni.

Riccardo MARONE, presidente, dichiara di condividere la proposta di parere presentata dal relatore.

Maria Fortuna INCOSTANTE (Ulivo) evidenzia la necessità di precisare sempre che, quando una disciplina investe la competenza concorrente dello Stato e delle regioni, deve essere previsto il raggiungimento dell'intesa con le regioni.


Pag. 13

Nessun altro chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere favorevole con osservazioni del relatore (vedi allegato 1).

La seduta termina alle 9.20.

INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA

Giovedì 9 novembre 2006. - Presidenza del vicepresidente Karl ZELLER. - Intervengono i sottosegretari di Stato per l'interno Marcella Lucidi e Alessandro Pajno.

La seduta comincia alle 14.05.

Karl ZELLER, presidente, ricorda che, ai sensi dell'articolo 135-ter, comma 5, del regolamento, la pubblicità delle sedute per lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata è assicurata anche tramite la trasmissione attraverso l'impianto televisivo a circuito chiuso. Dispone, pertanto, l'attivazione del circuito.

5-00133 Zaccaria e Intrieri: Sul presidio di polizia aerea presso l'Aeroporto di Crotone.

Marilina INTRIERI (Ulivo) illustra l'interrogazione in titolo.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Marilina INTRIERI (Ulivo), replicando, si dichiara insoddisfatta della risposta fornita dal rappresentante del Governo, ritenendo che presso l'aeroporto di Crotone, sino al raggiungimento degli obiettivi indicati dal Sottosegretario, continui a non essere garantito un sufficiente livello di sicurezza per le persone, le infrastrutture e gli aeromobili.

5-00134 Mascia, Duranti, Franco Russo e Frias: Sulla situazione del CPT di Bari.

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE) illustra l'interrogazione in titolo.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 3).

Donatella DURANTI (RC-SE), cofirmataria dell'interrogazione, ritiene che la risposta fornita dal rappresentante del Governo faccia riferimento ad un altro centro di permanenza temporanea in quanto quello indicato nell'interrogazione in titolo, da lei personalmente visitato, presentava gravi malfunzionamenti e carenze. Per le ragioni indicate si dichiara insoddisfatta della risposta fornita dal rappresentante del Governo.

5-00137 Bocchino: Sulle iniziative del Ministro dell'interno per garantire la sicurezza nazionale.

Domenico BENEDETTI VALENTINI (AN) avendo sottoscritto l'interrogazione in titolo, ne illustra il contenuto.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 4).

Domenico BENEDETTI VALENTINI (AN), replicando, si dichiara insoddisfatto della risposta fornita dal rappresentante del Governo. In proposito, pur condividendo la opportunità di rispettare le pronunce della magistratura, fa presente che la risposta non ha indicato le misure che il Governo intende adottare per garantire, nell'ambito delle proprie competenze, la sicurezza dei cittadini a fronte di soggetti che possono essere considerati pericolosi per la sicurezza pubblica.


Pag. 14

5-00374 Adenti: Sull'organico dei Comandi dei Vigili del Fuoco in Lombardia.

Francesco ADENTI (Pop-Udeur) illustra l'interrogazione in titolo.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 5).

Francesco ADENTI (Pop-Udeur), replicando, si dichiara sostanzialmente soddisfatto della risposta fornita dal rappresentante del Governo.

5-00375 Cota e Fava: Sulle conseguenze della mancata adozione da parte del Comune di Roverbella dei provvedimenti di riequilibrio del bilancio.

Giovanni FAVA (LNP) illustra l'interrogazione in titolo.

Il sottosegretario Alessandro PAJNO risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 6).

Giovanni FAVA (LNP), replicando, si dichiara insoddisfatto della risposta fornita dal rappresentante del Governo. Al riguardo ritiene che che il prefetto di Mantova avrebbe dovuto avrebbe dovuto provvedere tempestivamente alla nuova convocazione del consiglio comunale e che la mancata adozione dei provvedimenti di riequilibrio finanziario da parte del comune di Roverbella avrebbe dovuto già comportare la nomina di un commissario ad acta.

5-00373 D'Alia e Ruvolo: Assegnazione alle Prefetture - U.T.G. di neo viceprefetti.

Karl ZELLER, presidente, avverte che, essendo assenti i presentatori, si intende che questi vi abbiano rinunciato. Dichiara quindi concluso lo svolgimento delle interrogazioni all'ordine del giorno.

La seduta termina alle 14.50.

COMITATO PERMANENTE PER I PARERI

Giovedì 9 novembre 2006. - Presidenza del presidente Riccardo MARONE.

La seduta comincia alle 14.55.

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 2007).
C. 1746/bis-A.
(Parere all'Assemblea).
(Esame emendamenti e conclusione - Parere).

Pierangelo FERRARI (Ulivo), relatore, propone di esprimere un parere di nulla osta sugli emendamenti e subemendamenti agli emendamenti del Governo 3.500, 5.500, 6.500, 18.500, 20.500, 28.500 e all'articolo aggiuntivo del Governo 89.0100, nonché sull'emendamento 6.100 della Commissione, ad eccezione dei subemendamenti 0.3.500.21, 0.3.500.22, 0.3.500.23 e 0.3.500.24 del deputato Corsetto, che incidono su materie riservate alla competenza legislativa residuale delle regioni, per i quali propone l'espressione di un parere contrario.

Nessun altro chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere favorevole con osservazioni del relatore (vedi allegato 7).

La seduta termina alle 15.

AVVERTENZA

I seguenti punti all'ordine del giorno non sono stati trattati:

SEDE REFERENTE

Modifica alla legge sulla cittadinanza.
C. 24 Realacci, C. 908 Ferrigno, C. 909 Ferrigno, C. 938 Mascia, C. 1297 Ricardo


Pag. 15

Antonio Merlo, C. 1462 Caparini, C. 1529 Boato, C. 1570 Bressa, C. 1607 Governo, C. 1653 Santelli, C. 1661 Piscitello, C. 1686 Diliberto, C. 1693 Angeli, C. 1727 Adenti, C. 1821 Angeli, C. 1836 Fedi e C. 1839 D'Alia.

Modifica all'articolo 12 della Costituzione sul riconoscimento della lingua italiana quale lingua ufficiale.
C. 648 cost. Angela Napoli, C. 1571 cost. La Russa e C. 1782 cost. Boato.

Norme sulla libertà religiosa e abrogazione della legislazione sui culti ammessi.
C. 36 Boato e C. 134 Spini.

Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulle vicende relative ai fatti accaduti a Genova nel luglio 2001 in occasione del vertice G8 e delle manifestazioni del Genoa Social Forum.
C. 1043 Mascia e C. 1098 Sgobio.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI