VI Commissione - Resoconto di mercoledý 6 dicembre 2006


Pag. 69


INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA

Mercoledì 6 dicembre 2006. - Presidenza del vicepresidente Francesco TOLOTTI. - Interviene il sottosegretario di Stato per lo sviluppo economico Alfonso Gianni.

La seduta comincia alle 14.40.

Francesco TOLOTTI, presidente, ricorda che, ai sensi dell'articolo 135-ter, comma 5, del regolamento, la pubblicità delle sedute per lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata è assicurata anche tramite la trasmissione attraverso l'impianto televisivo a circuito chiuso. Dispone, pertanto, l'attivazione del circuito.

5-00470 Mungo: Problematiche relative alla copertura assicurativa RC auto nella regione Campania.

Donatella MUNGO (RC-SE) rinuncia ad illustrare la propria interrogazione.

Il Sottosegretario Alfonso GIANNI risponde all'interrogazione nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1).

Donatella MUNGO (RC-SE) ringrazia il Sottosegretario per la risposta fornita, della quale si dichiara soddisfatta.

5-00471 Fluvi: Requisiti di indipendenza di un componente del Consiglio dell'ISVAP.

Alberto FLUVI (Ulivo) rinuncia ad illustrare la propria interrogazione.

Il Sottosegretario Alfonso GIANNI risponde all'interrogazione nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Alberto FLUVI (Ulivo) ringrazia il Sottosegretario per la risposta fornita, della quale si dichiara soddisfatto. Desidera peraltro svolgere talune considerazioni in merito alla situazione di evidente imbarazzo


Pag. 70

che si è venuta a creare nell'ambito dei rapporti tra il gruppo CARIGE, che comprende al suo interno anche di due compagnie assicurative (CARIGE Vita e CARIGE Assicurazioni) ed il Consiglio dell'ISVAP, Autorità indipendente preposta alla vigilanza del settore assicurativo.
Ricorda, in particolare, come, nel corso del 2003, l'ISVAP abbia avviato un'indagine su CARIGE Vita e CARIGE Assicurazioni, sottolineando come le relative ispezioni, che si conclusero con l'adozione da parte delle compagnie di un piano di risanamento da attuarsi nel periodo 2004-2006, avessero rivelato l'esistenza di gravi insufficienze delle riserve tecniche.
Evidenzia quindi come il Vicepresidente della banca CARIGE sia il fratello dell'onorevole Claudio Scajola e come quest'ultimo, nel 2005, nella veste di Ministro delle attività produttive, abbia nominato il dottor Michele Scandroglio quale componente del Consiglio dell'ISVAP, sottolineando come, secondo talune indagini giornalistiche, proprio in quel periodo le compagnie assicurative appartenenti al gruppo CARIGE abbiano compiuto acquisti immobiliari a prezzi notevolmente superiori rispetto ai reali valori di mercato.
Nel ricordare come dal mese di ottobre 2006 il dottor Scandroglio ricopra anche l'incarico di coordinatore regionale di Forza Italia per la regione Liguria, ritiene del tutto inopportuna la sua permanenza nel Consiglio dell'ISVAP, in quanto egli non possiede né i necessari requisiti di indipendenza né, per quanto risulti all'interrogante, la richiesta competenza in materia assicurativa.

Francesco TOLOTTI, presidente, dichiara concluso lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata.

La seduta termina alle 15.

SEDE REFERENTE

Mercoledì 6 dicembre 2006. - Presidenza del vicepresidente Francesco TOLOTTI. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Mario Lettieri.

La seduta comincia alle 15.

Delega per il riordino della normativa sulla tassazione di redditi di capitale, sulla riscossione e accertamento dei tributi erariali, sul sistema estimativo del catasto e per la redazione di testi unici delle disposizioni sui tributi statali.
C. 1762 Governo.
(Seguito esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato nella seduta del 5 dicembre 2006.

Francesco TOLOTTI, presidente, ricorda come nella riunione dell'Ufficio di presidenza integrato dai rappresentanti dei gruppi, tenutasi nella giornata di ieri, si sia convenuto di procedre l'audizione informale dei rappresentanti della CONSOB, dell'ANCI, dell'ABI, di Confedilizia e della società Riscossione S.p.A., al fine di approfondire le tematiche più rilevanti che afferiscono al disegno di legge.

Maurizio LEO (AN) ritiene utile ed opportuno che la Commissione proceda anche all'audizione dell'Assonime, in quanto essa costituisce un centro di valutazione di riconosciuta competenza ed indipendenza, che potrebbe fornire alla Commissione utili spunti di riflessione in merito alle complesse problematiche affrontate dal disegno di legge.

Antonio BORGHESI (IdV) pur non essendo in linea di principio contrario all'audizione dei rappresentanti dell'Assonime, ricorda come l'Ufficio di presidenza integrato dai rappresentanti dei gruppi, abbia programmato l'audizione di un numero ristretto di soggetti, in considerazione dell'esigenza di completare in tempi ragionevoli l'esame del provvedimento.


Pag. 71

Alberto FLUVI (Ulivo) ritiene che le decisioni circa l'opportunità di procedere ad ulteriori audizioni, oltre a quelle già previste, debbano essere valutate dall'Ufficio di presidenza, tenendo conto dell'effettiva utilità che queste potrebbero avere rispetto all'istruttoria legislativa del provvedimento.

Donatella MUNGO (RC-SE), relatore, evidenzia l'opportunità che i gruppi valutino attentamente quali ulteriori soggetti possano essere eventualmente auditi, ritenendo peraltro che ogni decisione in merito debba essere assunta nella prossima riunione dell'Ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi.

Francesco TOLOTTI, presidente, fa presente che le indicazioni emerse nella seduta odierna potranno essere valutate nella riunione dell'Ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi, che si terrà la prossima settimana, anche al fine di valutarne la compatibilità con i tempi a disposizione della Commissione per concludere l'esame del provvedimento, alla luce dell'organizzazione dei lavori dell'Assemblea.
Ritiene altresì fondata, sul piano personale, l'esigenza di procedere a talune altre audizioni, oltre a quelle già programmate.

La seduta termina alle 15.10.