I Commissione - Resoconto di mercoledý 21 marzo 2007


Pag. 32


SEDE REFERENTE

Mercoledì 21 marzo 2007. - Presidenza del presidente Luciano VIOLANTE. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'interno Marcella Lucidi.

La seduta comincia alle 9.15.

Modifiche alla legge sulla cittadinanza.
Testo unificato C. 24 Realacci, C. 908 Ferrigno, C. 909 Ferrigno, C. 938 Mascia, C. 1297 Ricardo Antonio Merlo, C. 1462 Caparini, C. 1529 Boato, C. 1570 Bressa, C. 1607 Governo, C. 1653 Santelli, C. 1661 Piscitello, C. 1686 Diliberto, C. 1693 Angeli, C. 1727 Adenti, C. 1744 De Corato, C. 1821 Angeli, C. 1836 Fedi e C. 1839 D'Alia.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 20 marzo 2007.

Luciano VIOLANTE, presidente, ricorda che i pareri del relatore e del Governo sugli emendamenti riferiti all'articolo 6 sono stati espressi nella seduta pomeridiana di ieri. Ricorda altresì che la Commissione è giunta alla votazione dell'emendamento Santelli 6.12 e che l'esame riprende pertanto dell'emendamento Santelli 6.13, che propone di accantonare, come richiesto dal relatore.

La Commissione concorda. Quindi approva l'emendamento Santelli 6.14.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive l'emendamento Santelli 6.15 e lo ritira.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone di accantonare l'emendamento Bocchino 6.16.

La Commissione concorda. Quindi approva l'emendamento Frias 6.17.


Pag. 33

Luciano VIOLANTE, presidente, propone di accantonare l'emendamento Mascia 6.18.

La Commissione concorda. Quindi approva l'emendamento 6.30 del relatore.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive l'emendamento Ronconi 6.19 e lo ritira.

La Commissione approva l'emendamento Frias 6.20.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone di accantonare l'emendamento Frias 6.21.

La Commissione concorda.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive gli emendamenti Santelli 6.22 e 6.23, e li ritira.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone di accantonare l'emendamento Bocchino 6.24.

La Commissione concorda.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, chiede l'accantonamento del suo emendamento 6.40, in modo da poterlo esaminare insieme con gli altri emendamenti riferiti al comma 4, dei quali ieri ha chiesto l'accantonamento.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone di accantonare l'emendamento 6.40 del relatore, gli identici emendamenti Santelli 6.25 e Bocchino 6.26, nonché gli identici emendamenti Cota 6.2 e Ronconi 6.28.

La Commissione concorda.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive l'emendamento Santelli 6.27 e lo ritira.

La Commissione passa all'esame degli emendamenti riferiti all'articolo 7.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, chiede l'accantonamento di tutti gli emendamenti riferiti all'articolo 7, in quanto la materia dell'articolo è collegata a quella dell'articolo 5, i cui emendamenti sono già stati accantonati.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI è favorevole all'accantonamento.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone quindi di accantonare gli emendamenti riferiti all'articolo 7.

La Commissione concorda e passa quindi all'esame degli emendamenti riferiti all'articolo 8.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, esprime parere contrario su entrambi gli emendamenti presentati.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI esprime parere conforme a quello del relatore.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive gli emendamenti Santelli 8.1 e 8.2, e li ritira.

La Commissione passa all'esame degli emendamenti riferiti all'articolo 9.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, esprime parere favorevole sull'emendamento Frias 9.3. Raccomanda l'approvazione del suo emendamento 9.12, che riformula sostituendo le parole «può sospendere» con la parola «sospende», recependo così il contenuto dell'emendamento Ronconi 9.7. Raccomanda, altresì, l'approvazione del suo emendamento 9.13, che riformula sostituendo le parole «cinque anni» con le parole «due anni», recependo in tal modo il contenuto dell'emendamento Mascia 9.11. Invita poi al ritiro degli emendamenti Mascia 9.1, Frias 9.5 e Mascia 9.6. Propone l'accantonamento dell' emendamento Mascia 9.2. Esprime infine parere contrario su tutti gli altri emendamenti all'articolo 9.


Pag. 34

Il sottosegretario Marcella LUCIDI esprime parere conforme a quello del relatore.

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE) ritira l'emendamento Mascia 9.1, di cui è cofirmatario.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone di accantonare l'emendamento Mascia 9.2.

La Commissione concorda.

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE) ritira il suo emendamento 9.5.

La Commissione approva l'emendamento Frias 9.3.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive l'emendamento Santelli 9.4 e lo ritira.

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE) ritira l'emendamento Mascia 9.6, di cui è cofirmatario.

La Commissione approva l'emendamento 9.12 del relatore (nuova formulazione) (vedi allegato), risultando pertanto assorbito l'emendamento Ronconi 9.7.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive gli emendamenti Bertolini 9.8 e 9.9 e Santelli 9.10, e li ritira.

La Commissione approva l'emendamento 9.13 del relatore (nuova formulazione) (vedi allegato), risultando pertanto assorbito l'emendamento Mascia 9.11. Passa quindi all'esame degli emendamenti e degli articoli aggiuntivi riferiti all'articolo 10.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, invita al ritiro degli emendamenti Licandro 10.9, Zeller 10.2, Belisario 10.10 e degli identici emendamenti Zeller 10.3 e Belisario 10.11, nonché dell'emendamento Belisario 10.12 e dell'articolo aggiuntivo Zeller 10.01. Chiede di accantonare l'emendamento D'Alia 10.7, in quanto intenderebbe chiedere un chiarimento al presentatore, che al momento non è tuttavia presente in aula. Esprime infine parere contrario sugli altri emendamenti all'articolo 10.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI esprime parere conforme a quello del relatore, tranne che per quanto riguarda l'emendamento Belisario 10.10, riguardo al quale si rimette alla Commissione.

Giacomo STUCCHI (LNP), intervenendo sull'emendamento Cota 10.1, volto a sopprimere l'articolo 10, ribadisce che tale articolo, a suo avviso uno dei più importanti del testo base, contiene disposizioni che il suo gruppo non condivide. Sottolinea in particolare l'assenza di meccanismi di dimostrazione del possesso del requisito di reddito da parte dello straniero che ambisce alla cittadinanza italiana. Ritiene quindi particolarmente appropriato, oltre che divertente, il titolo con il quale il quotidiano «la Padania» ha riassunto questa mattina la sua posizione: «Cittadinanza, no al tutto immi .. gratis».

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, ritiene per contro che il cuore del provvedimento sia formato dagli articoli 4 e 5, mentre l'articolo 10 si limita a prevedere un meccanismo residuale di conseguimento della cittadinanza, vale a dire quello per concessione, e sottolinea che proprio perché si tratta di un meccanismo residuale sono previsti requisiti differenti.

Giacomo STUCCHI (LNP) dichiara il voto favorevole del suo gruppo sull'emendamento Cota 10.1, identico all'emendamento Santelli 10.4.

La Commissione respinge gli identici emendamenti Cota 10.1 e Santelli 10.4.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive gli emendamenti Bertolini 10.5 e Santelli 10.6, e li ritira.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone di accantonare l'emendamento D'Alia 10.7, come richiesto dal relatore.


Pag. 35

La Commissione concorda.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive l'emendamento Santelli 10.8 e lo ritira.

Orazio Antonio LICANDRO (Com.It) ritira il suo emendamento 10.9.

Karl ZELLER (Misto-Min.ling) ritira il suo emendamento 10.2.

Roberto ZACCARIA (Ulivo) sottoscrive l'emendamento Belisario 10.10 e lo ritira.

Karl ZELLER (Misto-Min.ling) ritira il suo emendamento 10.3, identico all'emendamento Belisario 10.11.

Roberto ZACCARIA (Ulivo) sottoscrive l'emendamento Belisario 10.11, identico l'emendamento Zeller 10.3, e l'emendamento Belisario 10.12, e li ritira.

Karl ZELLER (Misto-Min.ling) ritira il suo articolo aggiuntivo 10.01.

La Commissione passa all'esame degli emendamenti riferiti all'articolo 11.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, invita al ritiro degli emendamenti D'Alia 11.3 e 11.5, nonché dell'emendamento Bocchino 11.8, rispetto al quale osserva che contiene spunti che si riserva eventualmente di far propri. Raccomanda poi l'approvazione del suo emendamento 11.10. Non si pronuncia sull'emendamento Santelli 11.7, sul quale attende di sentire il parere del Governo. Esprime infine parere contrario su tutti i restanti emendamenti all'articolo 11.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI esprime parere conforme a quello del relatore, salvo che sull'emendamento Santelli 11.1, sul quale esprime parere favorevole, rilevando che appare in effetti opportuno stabilire un termine entro il quale deve essere prestato il giuramento da parte dello straniero che ha maturato il diritto alla cittadinanza. Per quanto riguarda l'emendamento Santelli 11.7, invita la presentatrice a ritirarlo per trasformandolo in ordine del giorno al Governo.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, con riferimento all'emendamento Santelli 11.1,fa presente che il testo base già prevede che il decreto di attribuzione o concessione della cittadinanza diventi efficace solo con la prestazione del giuramento. Pur comprendendo, in ogni caso, l'esigenza rappresentata dal sottosegretario Lucidi, ritiene che non si possa far decadere lo straniero che ha maturato i requisiti per la cittadinanza dal diritto a vedersela riconosciuta.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI ritiene che occorra in ogni caso prevedere un termine entro il quale lo straniero deve prestare giuramento dopo l'emanazione del decreto in questione, in quanto non mancano i casi di stranieri che, dopo l'emanazione del decreto che li riguarda, non prestano giuramento. Ritiene che il termine possa essere eventualmente più ampio di quello previsto nell'emendamento Santelli 11.1, ma in ogni caso deve, a suo avviso, essere previsto per esigenze di certezza del diritto, anche in considerazione del fatto che comunque non intacca l'interesse del soggetto interessato.

Luciano VIOLANTE, presidente, fa presente che non mancano nell'ordinamento i casi di decadenza a causa del mancato esercizio di un onere da parte del destinatario di un provvedimento favorevole. Propone, in ogni caso, di accantonare l'emendamento Santelli 11.1, al fine di un approfondimento.

La Commissione concorda.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive l'emendamento Santelli 11.2 e lo ritira.

La Commissione approva l'emendamento 11.10 del relatore.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone di accantonare l'emendamento D'Alia 11.3.


Pag. 36

La Commissione concorda.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive l'emendamento Santelli 11.4 e lo ritira.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone di accantonare l'emendamento D'Alia 11.5.

La Commissione concorda.

Giacomo STUCCHI (LNP) sottoscrive gli emendamenti Ronconi 11.6, Bocchino 11.8 e Santelli 11.7, e li ritira.

La Commissione passa all'esame degli emendamenti e articoli aggiuntivi riferiti all'articolo 12.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, invita al ritiro dell'emendamento Belisario 12.6. Chiede l'accantonamento degli emendamenti D'Alia 12.5, Santelli 12.8, Bocchino 12.9, nonché degli identici emendamenti Adenti 12.3 e Santelli 12.10 e degli articoli aggiuntivi Mascia 12.01 e De Corato 12.03. Esprime parere contrario su tutti i restanti emendamenti e articolo aggiuntivi.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI esprime parere conforme a quello del relatore, salvo che sull'emendamento Belisario 12.6, del quale chiede l'accantonamento.

Giacomo STUCCHI (LNP), intervenendo sull'emendamento Cota 12.1, di cui è cofirmatario, ribadisce la contrarietà del suo gruppo all'impianto dell'articolo 12 e alla possibilità di mantenere una doppia cittadinanza.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, ricorda che in Italia vige attualmente il regime della doppia cittadinanza, e questo da quando il precedente Governo, con il decreto Pisanu, ha soppresso la norma, peraltro non legislativa, che prevedeva la rinuncia alla precedente cittadinanza in caso di acquisto della cittadinanza italiana.

Giacomo STUCCHI (LNP) dichiara il voto favorevole del suo gruppo sull'emendamento Cota 12.1, identico all'emendamento Santelli 12.4.

La Commissione respinge gli identici emendamenti Cota 12.1 e Santelli 12.4.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone l'accantonamento dell'emendamento D'Alia 12.5.

La Commissione concorda.

Giacomo STUCCHI (LNP) dichiara il voto favorevole del suo gruppo sull'emendamento Cota 12.2.

La Commissione respinge l'emendamento Cota 12.2.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone l'accantonamento dell'emendamento Belisario 12.6.

La Commissione concorda.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone l'accantonamento degli emendamenti Santelli 12.7 e 12.8 e Bocchino 12.9, nonché degli identici emendamenti Adenti 12.3 e Santelli 12.10 e dell'articolo aggiuntivo Mascia 12.01.

La Commissione concorda. Quindi respinge l'articolo aggiuntivo Santelli 12.02.

Luciano VIOLANTE, presidente, propone l'accantonamento dell'articolo aggiuntivo De Corato 12.03.

La Commissione concorda.

Luciano VIOLANTE, presidente, essendo così terminato l'esame delle proposte emendative riferite all'articolo 12 ed essendo previsto lo svolgimento delle riunioni del Comitato permanente per i pareri e dell'ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 9.45.


Pag. 37

COMITATO PERMANENTE PER I PARERI

Mercoledì 21 marzo 2007. - Presidenza del presidente Riccardo MARONE.

La seduta comincia alle 9.45.

Decreto-legge 7/2007: Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese.
C. 2201 Governo.
(Parere all'Assemblea).
(Esame e conclusione - Parere).

Riccardo MARONE, presidente, invita il relatore ad esprimere il parere sull'emendamento del Governo 13.500.

Maria Fortuna INCOSTANTE (Ulivo), relatore, illustra l'emendamento del Governo 13.500, osservando che esso reca la disciplina di diverse materie, che non presentano profili problematici per quanto attiene al rispetto delle disposizioni di cui al titolo V della parte II della Costituzione. Propone pertanto di esprimere il parere di nulla osta sull'emendamento del Governo 13.500.

Gabriele BOSCETTO (FI) sottolinea preliminarmente che la complessa formulazione del subemendamento 13.500 rende difficile la comprensione del suo contenuto, anche alla luce delle diverse materie che ne sono oggetto, quale ad esempio l'ordinamento scolastico e le concessioni rilasciate alla TAV spa. Dopo aver chiesto al relatore un chiarimento in ordine alla formulazione di tale emendamento, dichiara il proprio voto contrario sulla proposta di parere del relatore.

Giacomo STUCCHI (LNP), dopo avere espresso un giudizio negativo sul contenuto dell'emendamento, dichiara il proprio voto contrario sulla proposta di parere del relatore.

Maria Fortuna INCOSTANTE (Ulivo), relatore, fa presente che l'emendamento del Governo in esame si riferisce a parti del decreto-legge che non sono ancora state esaminate dall'Assemblea, comprese quelle accantonate, che attengono pertanto a materie diverse e che assumono una numerazione consequenziale.

Riccardo MARONE, presidente, nel condividere le osservazioni critiche svolte dal deputato Boscetto sulla formulazione dell'emendamento 13.500 del Governo, fa, peraltro, presente che essa rappresenta la conseguenza che si determina quando la questione di fiducia è posta su un unico emendamento volto a sostituire più parti di uno stesso provvedimento, circostanza questa che si è verificata anche nella passata legislatura e che impone una riflessione sulle conseguenze che ne derivano sul piano della qualità della legislazione.

Nessun altro chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere del relatore.

La seduta termina alle 9.55.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 10 alle 10.10.

ERRATA CORRIGE

Nel Bollettino delle Giunte e delle Commissioni parlamentari n. 153 del 19 marzo 2007, a pagina 26, seconda colonna, dopo la trentaquattresima riga, inserire, a capo, il seguente periodo: «La Commissione approva l'emendamento 3.15 del relatore».

Sempre nel Bollettino delle Giunte e delle Commissioni parlamentari n. 153 del


Pag. 38

19 marzo 2007, a pagina 26, seconda colonna, dopo la trentottesima riga, inserire, a capo, il seguente periodo: «La Commissione, con distinte votazioni, approva l'emendamento 3.16 del relatore e l'emendamento 3.20 del Governo».

Sempre nel Bollettino delle Giunte e delle Commissioni parlamentari n. 153 del 19 marzo 2007, a pagina 52, prima colonna, alla quindicesima riga, le parole «decreto legislativo» sono sostituite con le seguenti: «apposito regolamento».