VI Commissione - Resoconto di mercoledý 18 aprile 2007


Pag. 60

INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA

Mercoledì 18 aprile 2007. - Presidenza del presidente Paolo DEL MESE. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Alfiero Grandi.

La seduta comincia alle 13.45.

Paolo DEL MESE, presidente, ricorda che, ai sensi dell'articolo 135-ter, comma 5, del regolamento, la pubblicità delle sedute per lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata è assicurata anche tramite la trasmissione attraverso l'impianto televisivo a circuito chiuso. Dispone, pertanto, l'attivazione del circuito.


Pag. 61

5-00940 Alfano: Autorizzazione della Commissione europea in merito alla proroga dei termini di completamento degli investimenti.

Gioacchino ALFANO (FI) illustra la propria interrogazione, la quale affronta il tema, assai noto, relativo alla proroga dei termini per la conclusione degli investimenti che possono fruire dei crediti d'imposta previsti dall'articolo 8 della legge n. 387 del 2000. In particolare, l'atto di sindacato ispettivo intende chiarire quando sia stata richiesta la prescritta autorizzazione da parte della Commissione europea ed i tempi entro i quali si prevede che la medesima Commissione possa esprimere le proprie valutazioni in merito.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI risponde all'interrogazione in titolo, nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1).

Gioacchino ALFANO (FI) auspica che sia possibile definire in tempi brevi la questione, definendo la tempistica entro la quale sarà acquisito il parere della Commissione europea.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI integrando la risposta fornita, sottolinea come non sia facile prevedere con assoluta certezza i tempi entro i quali la Commissione europea esprimerà la propria valutazione su tale misura.

5-00941 Reina ed altri: Disciplina tributaria dell'ammortamento degli immobili strumentali di proprietà di liberi professionisti.

Karl ZELLER (Misto-Min.ling) illustra l'interrogazione, di cui è cofirmatario, la quale è volta ad ottenere indicazioni in merito al regime tributario dell'ammortamento dei beni immobili acquisiti dai liberi professionisti, onde chiarire se sussistano diversità di trattamento tra gli immobili acquisiti in leasing e quelli acquisiti in proprietà.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI risponde all'interrogazione in titolo, nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Karl ZELLER (Misto-Min.ling) si dichiara parzialmente soddisfatto della risposta fornita, la quale non fornisce indicazioni in merito al regime relativo agli immobili in uso promiscuo.

5-00942 Fogliardi: Regime IVA dei diritti di reimpianto dei vigneti.

Giampaolo FOGLIARDI (Ulivo) illustra la propria interrogazione, la quale intende ottenere chiarimenti in merito al regime tributario applicabile ai diritti di reimpianto dei vigneti. Sottolinea, infatti, come l'indirizzo interpretativo recentemente fornito in merito dall'Agenzia delle entrate indichi come tali diritti debbano essere considerati come componenti del reddito agrario, e come le relative cessioni siano quindi assoggettabili ad IVA secondo l'aliquota ordinaria, rilevando al riguardo come tale interpretazione non risulti condivisibile, e rischi di determinare gravi difficoltà per gli operatori del settore.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI risponde all'interrogazione in titolo, nei termini riportati in allegato (vedi allegato 3).

Giampaolo FOGLIARDI (Ulivo) ringrazia il Sottosegretario, prendendo atto dell'ampia ed articolata risposta, che tuttavia suscita talune perplessità, in considerazione delle notevoli conseguenze che l'indirizzo interpretativo assunto dall'Amministrazione finanziaria determinerà sugli imprenditori vinicoli.

5-00943 Leo ed altri: Differimento dei termini di presentazione dei ricorsi avverso le nuove rendite del catasto terreni.

Maurizio LEO (AN) illustra la propria interrogazione, la quale affronta le problematiche relative al processo di revisione della qualificazione catastale dei terreni


Pag. 62

iscritti nel catasto terreni. In particolare, l'atto di sindacato ispettivo sottolinea come tale processo abbia determinato in molti casi la triplicazione delle rendite catastali, e come il termine per la presentazione dei ricorsi avverso tali riqualificazioni, stabilito in sessanta giorni, risulti assolutamente insufficienti, anche per la difficoltà, da parte dei proprietari interessati, di conoscere i dati relativi alle singole particelle oggetto delle variazioni.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI risponde all'interrogazione in titolo, nei termini riportati in allegato (vedi allegato 4).

Maurizio LEO (AN) si dichiara insoddisfatto della risposta, rilevando come gli adempimenti per la revisione catastale dei terreni siano normalmente realizzati dagli imprenditori agricoli interessati per il tramite delle associazioni di categoria: pertanto, la presenza sul sito Internet dell'Agenzia del territorio dei soli dati relativi alle particelle catastali oggetto di variazione renda estremamente difficile individuare la correlazione con i singoli imprenditori interessati alla variazione.
In tale contesto ritiene che il termine di sessanta giorni per la presentazione dei ricorsi risulti assolutamente insufficiente, invitando pertanto il Governo ad assumere iniziative per prorogare tale termine, e per evitare che il predetto processo di aggiornamento possa determinare conseguenze dannose a carico degli imprenditori agricoli.

5-00944 Fugatti: Modalità di controllo dell'obbligo di emissione dello scontrino fiscale.

Maurizio FUGATTI (LNP) illustra la propria interrogazione, che affronta un tema già oggetto di un proprio precedente atto di sindacato ispettivo, al fine di approfondire le problematiche connesse all'attività di controllo sul rispetto degli obblighi di emissione degli scontrini e delle ricevute fiscali. In particolare, l'interrogazione chiede di conoscere i dati aggiornati relativi ai controlli effettuati e se sussista un coordinamento a livello nazionale di tali attività.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI risponde all'interrogazione in titolo, nei termini riportati in allegato (vedi allegato 5).

Maurizio FUGATTI (LNP) riservandosi di approfondire ulteriormente i dati forniti, ritiene che, trattandosi di attività imprenditoriali già assoggettate a numerosi controlli ed adempimenti, non sia necessario incrementare ancora i controlli su di esse.

Paolo DEL MESE, presidente, dichiara concluso lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata.

La seduta termina alle 14.30.

AUDIZIONI

Mercoledì 18 aprile 2007. - Presidenza del presidente Paolo DEL MESE.

La seduta comincia alle 14.30.

Audizione del Direttore dell'Agenzia delle entrate, Massimo Romano, sulle problematiche relative all'operatività dell'Agenzia.
(Svolgimento, ai sensi dell'articolo 143, comma 2, del regolamento, e conclusione).

Paolo DEL MESE, presidente, avverte che la pubblicità dell'audizione del Direttore dell'Agenzia delle entrate Massimo Romano sarà assicurata, oltre che mediante il resoconto stenografico e l'impianto audiovisivo a circuito chiuso, anche attraverso l'attivazione della trasmissione televisiva tramite il canale satellitare della Camera.

Non essendovi obiezioni, così rimane stabilito.

Paolo DEL MESE, presidente, introduce quindi l'audizione.


Pag. 63

Interviene sui temi oggetto dell'audizione Massimo ROMANO, Direttore dell'Agenzia delle entrate,

Intervengono per formulare osservazioni e porre quesiti i deputati Antonio PEPE (AN), Maurizio LEO (AN), Francesco TOLOTTI (Ulivo), Giampaolo FOGLIARDI (Ulivo), Antonio BORGHESI (IdV), Roberto SALERNO (AN), Nicola CRISCI (Ulivo), Ida D'IPPOLITO VITALE (FI), Maurizio FUGATTI (LNP), Gianfranco CONTE (FI) e Paolo DEL MESE, presidente, ai quali risponde Massimo ROMANO, Direttore dell'Agenzia delle entrate.

Paolo DEL MESE, presidente, ringrazia il Direttore dell'Agenzia delle entrate, Massimo Romano, e dichiara conclusa l'audizione.

La seduta termina alle 16.30.

N.B.: Il resoconto stenografico dell'audizione è pubblicato in un fascicolo a parte.

RISOLUZIONI

Mercoledì 18 aprile 2007. - Presidenza del presidente Paolo DEL MESE. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Alfiero Grandi.

La seduta comincia alle 16.30.

7-00149 Fluvi: Normativa in materia di reintegro di esponenti aziendali sospesi dalla carica.
(Discussione e conclusione - Approvazione di un nuovo testo).

Alberto FLUVI (Ulivo) illustra la propria risoluzione, la quale prende spunto dai numerosi episodi, recentemente verificatosi, di pressoché immediato ed automatico reintegro nella carica, ad opera delle rispettive assemblee, di amministratori di banche e di imprese di investimento dei quali era stata dichiarata la sospensione a seguito della perdita dei requisiti di onorabilità.
In particolare, la problematica evidenziata è determinata dalla formulazione dei due paralleli regolamenti ministeriali che disciplinano gli aspetti attuativi della normativa in materia dettata dal Testo unico bancario e dal Testo unico della finanza (rispettivamente, decreti ministeriali 18 marzo 1998, n. 161, e 11 novembre 1998, n. 468), i quali dispongono che, nei casi di condanna con sentenza non definitiva, di applicazione provvisoria di una misura di prevenzione e di applicazione di una misura cautelare di tipo personale, il consiglio di amministrazione iscrive l'eventuale revoca dei soggetti, dei quali ha dichiarato la sospensione, fra le materie da trattare nella prima assemblea successiva al verificarsi di una delle cause di sospensione, prevedendo altresì che l'esponente non revocato possa essere reintegrato nel pieno delle funzioni.
In tale contesto la risoluzione intende impegnare il Governo ad integrare la normativa regolamentare prevista in materia, stabilendo che le assemblee delle banche e delle imprese di investimento, prima di poter deliberare sull'eventuale reintegro degli amministratori e degli altri esponenti aziendali sospesi, debbano attendere il deposito delle motivazioni delle sentenze non definitive di condanna, che, in ogni caso, anche qualora le motivazioni della sentenza non siano state depositate, le assemblee delle banche e delle imprese di investimento possano procedere a deliberare sull'eventuale reintegro dopo un determinato periodo dalla pronuncia della sentenza, e che le deliberazioni di reintegro debbano essere motivate analiticamente.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI esprime una valutazione sostanzialmente positiva sulla risoluzione, chiedendo tuttavia al presentatore di riformularne l'impegno, nel senso di prevedere che le assemblee delle banche e delle imprese di investimento procedano a deliberare sull'eventuale reintegro degli amministratori


Pag. 64

sospesi decorso un periodo non inferiore a 45 e non superiore a 90 giorni.

Alberto FLUVI (Ulivo) accoglie il suggerimento del Sottosegretario, riformulando la propria risoluzione nel senso indicato (vedi allegato 6).

La Commissione approva la risoluzione, come riformulata dal presentatore, che assume il n. 8-00051.

7-00150 Fugatti e Germontani: Proroga dei termini di presentazione del Modello Unico.
(Discussione e rinvio).

Maurizio FUGATTI (LNP) illustra la propria risoluzione, la quale impegna il Governo ad assumere iniziative normative per prorogare i termini di presentazione dei modelli Unico 2007, garantendo in tal modo ai contribuenti ed agli intermediari fiscali un termine adeguato per la predisposizione delle dichiarazioni tributarie in scadenza nella prima parte dell'anno.
Tale esigenza si basa sulla considerazione che l'anticipazione della presentazione dei modelli Unico 2007 disposta dal Governo con taluni recenti provvedimenti legislativi ha ravvicinato nel tempo una serie di scadenze fiscali alle quali sono tenuti i contribuenti ed i professionisti che li assistono, determinando una serie di difficoltà, acuite dai ritardi con cui sono stati predisposti i moduli per le dichiarazioni ed i relativi programmi informatici.

Paolo DEL MESE, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 16.40.

AVVERTENZA

Il seguente punto all'ordine del giorno non è stato trattato:

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI