I Commissione - Resoconto di giovedý 20 settembre 2007


Pag. 14

COMITATO PERMANENTE PER I PARERI

Giovedì 20 settembre 2007. - Presidenza del presidente Riccardo MARONE.

La seduta comincia alle 9.15.

DL 117/2007: Disposizioni urgenti modificative del codice della strada per incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione.
C. 3044 Governo, approvato dal Senato.

(Parere alla IX Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

Francesco ADENTI (Pop-Udeur), relatore, illustra brevemente il provvedimento in esame. Rilevato, quindi, che esso non presenta profili problematici per quanto attiene alle competenze della Commissione, formula una proposta di parere favorevole (vedi allegato 1).

Nessuno chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere del relatore.

Riccardo MARONE, presidente, propone di invertire l'ordine del giorno, nel senso di procedere dapprima all'esame dei disegni di legge del Governo recanti ratifica di atti internazionali.

Il Comitato concorda.

Ratifica Accordo Italia-Etiopia sulla mutua assistenza amministrativa per la repressione delle infrazioni doganali.
C. 2927 Governo, approvato dal Senato.
(Parere alla III Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE), relatore, illustra brevemente il provvedimento in esame. Rilevato, quindi, che esso non presenta profili problematici per quanto attiene alle competenze della Commissione, formula una proposta di parere favorevole (vedi allegato 2).

Nessuno chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere del relatore.


Pag. 15

Ratifica ed esecuzione del Protocollo addizionale al Trattato sullo statuto di EUROFOR, con allegata Dichiarazione.
C. 2928 Governo, approvato dal Senato.
(Parere alla III Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE), relatore, illustra brevemente il provvedimento in esame. Rilevato, quindi, che esso non presenta profili problematici per quanto attiene alle competenze della Commissione, formula una proposta di parere favorevole (vedi allegato 3).

Nessuno chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere del relatore.

Ratifica Accordo Italia-Grecia sullo sviluppo dell'interconnessione Italia-Grecia - Progetto IGI.
C. 2930 Governo, approvato dal Senato.
(Parere alla III Commissione)
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE), relatore, illustra brevemente il provvedimento in esame. Rilevato, quindi, che esso non presenta profili problematici per quanto attiene alle competenze della Commissione, formula una proposta di parere favorevole (vedi allegato 4).

Nessuno chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere del relatore.

Ratifica Convenzione Italia-Armenia per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio e per prevenire le evasioni fiscali.
C. 2932 Governo, approvato dal Senato.
(Parere alla III Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE), relatore, illustra brevemente il provvedimento in esame. Rilevato, quindi, che esso non presenta profili problematici per quanto attiene alle competenze della Commissione, formula una proposta di parere favorevole (vedi allegato 5).

Nessuno chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere del relatore.

DL 147/2007: Disposizioni urgenti per assicurare l'ordinato avvio dell'anno scolastico 2007-2008 ed in materia di concorsi per ricercatori universitari.
C. 3025 Governo.
(Parere alla VII e XI Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

Maria Fortuna INCOSTANTE (Ulivo), relatore, illustra brevemente il provvedimento in esame. Rilevato, quindi, che esso non presenta profili problematici per quanto attiene alle competenze della Commissione, formula una proposta di parere favorevole (vedi allegato 6).

Nessuno chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere del relatore.

Norme in materia previdenziale in favore di lavoratori con familiari gravemente disabili.
C. 71 Volontè ed abb.
(Parere alla XI Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

Maria Fortuna INCOSTANTE (Ulivo), relatore, illustra brevemente il provvedimento in esame. Rilevato, quindi, che esso non presenta profili problematici per quanto attiene alle competenze della Commissione, formula una proposta di parere favorevole (vedi allegato 7).

Nessuno chiedendo di intervenire, il Comitato approva la proposta di parere del relatore.

La seduta termina alle 9.25.


Pag. 16

SEDE REFERENTE

Giovedì 20 settembre 2007. - Presidenza del presidente Luciano VIOLANTE. - Intervengono i sottosegretari di Stato per l'interno Marcella Lucidi e per i rapporti con il Parlamento e le riforme istituzionali Paolo Naccarato.

La seduta comincia alle 13.

Disposizioni per favorire la ricerca di persone scomparse.
C. 1812 Dato.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 11 settembre 2007.

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE), relatore, ritiene che il testo della proposta di legge in esame possa costituire una buona base di partenza per la successiva fase emendativa. Osserva infatti che gli elementi emersi nel corso dell'audizione svoltasi lo scorso 21 giugno suggeriscono alcune modifiche puntuali del contenuto del provvedimento in oggetto, che potranno essere apportate mediante emendamenti, che lei stessa si riserva di presentare.

Luciano VIOLANTE, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, fissa il termine per la presentazione degli emendamenti alle ore 18 di martedì 2 ottobre 2007 e rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

Modifiche alla legge 24 gennaio 1979, n. 18, concernente l'elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia.
C. 199 Zeller, C. 768 Marras e C. 2170 Palomba.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 19 settembre 2007.

Luciano VIOLANTE, presidente, avendo rilevato che nessuno intende intervenire, avverte che la discussione di carattere generale sul provvedimento in oggetto si concluderà il prossimo martedì 25 settembre, per consentire successivamente al relatore di predisporre una proposta di testo unificato da sottoporre alla Commissione ai fini della sua adozione quale testo base. Rinvia quindi il seguito dell'esame alla seduta che sarà convocata per martedì 25 settembre 2007.

Modificazioni all'articolo 132, secondo comma, della Costituzione, in tema di distacco ed aggregazione di comuni e province.
C. 2523 cost. Governo.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 19 settembre 2007.

Marco BOATO (Verdi), relatore, ribadisce quanto affermato nel corso della seduta svoltasi ieri, riservandosi di presentare alla Commissione una proposta di testo unificato nel corso della prossima settimana.

Luciano VIOLANTE, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia quindi il seguito dell'esame ad altra seduta.

Interpretazione autentica dell'articolo 56, comma 2, del codice di cui al decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, in materia di pari opportunità nell'accesso alla carica di membro del Parlamento europeo.
C. 2946 D'Alia.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 19 settembre 2007.

Luciano VIOLANTE, presidente, sostituendo il relatore, impossibilitato a partecipare ai lavori della Commissione, fa


Pag. 17

presente che è stata avanzata la richiesta di proseguire l'esame della proposta di legge in oggetto in sede legislativa. Fa quindi presente l'opportunità che i rappresentanti dei gruppi in Commissione rendano note le rispettive posizioni in proposito. Ricorda inoltre che un'analoga richiesta di esame in sede legislativa è stata avanzata relativamente alla proposta di legge C. 1667, recante «Differimento del termine per la presentazione della richiesta, da parte di movimenti o partiti politici, dei rimborsi delle spese per le consultazioni elettorali svoltesi nell'anno 2006 per il rinnovo della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica», sulla quale è già stato votato il conferimento del mandato al relatore a riferire favorevolmente in Assemblea. Quindi, nessuno chiedendo di intervenire, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

Modifiche alla legge sulla cittadinanza.
Testo unificato C. 24 Realacci, C. 908 Ferrigno, C. 909 Ferrigno, C. 938 Mascia, C. 1297 Ricardo Antonio Merlo, C. 1462 Caparini, C. 1529 Boato, C. 1570 Bressa, C. 1607 Governo, C. 1653 Santelli, C. 1661 Piscitello, C. 1686 Diliberto, C. 1693 Angeli, C. 1727 Adenti, C. 1744 De Corato, C. 1821 Angeli, C. 1836 Fedi, C. 1839 D'Alia, C. 2143 La Loggia e C. 2253 Zanella.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 19 settembre 2007

Luciano VIOLANTE, presidente, ricorda che nella seduta di ieri il relatore ha presentato alcune proposte emendative (vedi Bollettino delle Giunte e delle Commissioni parlamentari del 19 settembre 2007), che vanno riferite al testo del provvedimento, come risultante dall'esame degli emendamenti.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, ad integrazione dell'intervento svolto nel corso della seduta di ieri, fa presente che l'articolo 14 del testo risultante dall'esame degli emendamenti, che disciplina la fattispecie del riacquisto della cittadinanza, presenta profili problematici relativamente alla copertura finanziaria. Al riguardo informa la Commissione che il rappresentante del Governo ha comunicato che l'esecutivo si è impegnato a prevedere, nel corso del prossimo disegno di legge finanziaria, le necessarie risorse volte a rendere possibile l'attuazione della disposizione in questione. Qualora tale impegno dovesse essere ufficialmente confermato, si riserva di presentare un emendamento soppressivo delle disposizioni contenute nell'articolo 14, che potrebbero peraltro essere approvate successivamente, eventualmente anche mediante un apposito provvedimento, dopo l'esame della imminente manovra di bilancio. Ricorda, infine, che gli emendamenti presentati nella seduta di ieri in parte sono volti a superare le difficoltà relative alla copertura finanziaria del provvedimento, in parte hanno finalità di coordinamento del testo.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI conferma che il Governo intende predisporre le necessarie risorse per l'attuazione dei contenuti dell'articolo 14 all'interno del prossimo disegno di legge finanziaria.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, presenta quindi l'emendamento 14.700 (vedi allegato 8), volto a sopprimere l'articolo 14. Invita quindi all'approvazione di tutti gli emendamenti da lui presentati.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI esprime parere favorevole su tutti gli emendamenti del relatore.

Mercedes Lourdes FRIAS (RC-SE), dopo avere ringraziato il relatore per il lavoro svolto, fa presente la contrarietà del proprio gruppo in ordine all'emendamento del relatore 10.700, volto ad introdurre il requisito reddituale per la concessione della cittadinanza. Al riguardo, pur comprendendo le motivazioni di carattere finanziario che rendono necessaria l'approvazione dell'emendamento in questione, esprime la totale contrarietà rispetto ad esso, che rappresenta un passo indietro, in quanto tale requisito non è presente nella legge vigente.


Pag. 18

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, dichiara di comprendere le ragioni esposte dal deputato Frias, osservando tuttavia che, come emerso dalla relazione tecnica sul testo, la mancata istituzione del requisito reddituale rischierebbe di privare il provvedimento della copertura finanziaria.

Carlo COSTANTINI (IdV) chiede al relatore di precisare a quale periodo debba essere riferito il requisito reddituale.

Gianclaudio BRESSA (Ulivo), relatore, fa presente che il reddito di riferimento del soggetto richiedente la cittadinanza è quello dell'anno precedente rispetto al momento di presentazione della domanda.

Marco BOATO (Verdi), sottolinea che la propria disponibilità alla soppressione dell'articolo 14 si giustifica unicamente in considerazione dell'esigenza, illustrata dal relatore, di disporre del tempo necessario per reperire, in altra sede, le risorse necessarie alla copertura finanziaria di disposizioni che a suo giudizio rimangono di particolare rilevanza nell'ambito della disciplina in esame.

Gianpiero D'ALIA (UDC) ritiene che il problema della copertura finanziaria del provvedimento rischia di pregiudicarne l'applicazione. In primo luogo osserva che nella vigente legge finanziaria è previsto un apposito accantonamento di risorse per il disegno di legge in materia di cittadinanza, che tuttavia evidentemente è solo virtuale, non giustificandosi altrimenti l'impegno testè assunto dal rappresentante del Governo a garantire la presenza di apposite risorse nel prossimo disegno di legge finanziaria proprio per il provvedimento in esame. In secondo luogo rileva che la clausola di invarianza finanziaria, che l'emendamento del relatore 5.700 prevede per l'attuazione dell'articolo 5, rischia di pregiudicare l'attuazione delle sue disposizioni. L'articolo 5, infatti, prevede da un lato la verifica, ai fini dell'acquisizione della cittadinanza italiana, dell'effettiva integrazione linguistica e sociale dello straniero, e dall'altra lo svolgimento di attività finalizzate a promuovere tale integrazione. Sottolinea come tali disposizioni possano essere attuate solo mediante la previsione di adeguate risorse finanziarie.

Il sottosegretario Marcella LUCIDI fa presente che il problema della copertura finanziaria del provvedimento è derivato dalle sostanziali innovazioni apportate dalla Commissione rispetto al disegno di legge del Governo, per il quale erano state appostate nella legge finanziaria 2007 risorse sufficienti: tali innovazioni hanno infatti comportato un onere finanziario sensibilmente maggiore rispetto a quello preventivato nella precedente manovra di finanza pubblica. Assicura in ogni caso l'impegno del Governo a reperire la occorrente copertura di bilancio anche per gli interventi che in questa prima fase si rende necessario accantonare, per le ragioni di carattere strettamente finanziario già evidenziate dal relatore. Per quanto riguarda, più specificamente, la questione dei corsi di lingua e cultura italiana per stranieri, ribadisce l'intendimento del Governo di sostenerli e realizzarli; aggiunge che corsi di questo tipo sono già attivi in molti comuni e sono spesso richiesti dagli stessi stranieri presenti in Italia, indipendentemente dal fatto che abbiano intenzione di richiedere la cittadinanza italiana.

Gianpiero D'ALIA (UDC), nel preannunciare il proprio voto contrario sull'emendamento 5.700 del relatore, osserva che i corsi di lingua e di cultura italiana non potranno essere realizzati senza maggiori oneri per lo Stato, anche perché questo, non potendo svolgerli attraverso le proprie amministrazioni, dovrà affidarli a soggetti convenzionati. A suo avviso, quindi, la previsione di una clausola di invarianza, in luogo di una idonea copertura, renderà di fatto inattuabile tale attività, producendo ripercussioni su tutta la disciplina.

Jole SANTELLI (FI) si sofferma sull'articolo 5 del testo, osservando che la sua concreta attuazione sarebbe stata assicurata con la previsione di una idonea


Pag. 19

copertura finanziaria. L'emendamento del relatore 5.700, prevedendo la clausola di invarianza finanziaria, sembra invece andare nella direzione opposta, lasciando intendere una assenza di volontà da parte di quel Ministero a garantire una piena ed efficace applicazione delle disposizioni contenute nell'articolo 5.

La Commissione, con distinte votazioni, approva gli emendamenti del relatore 1.700, 2.700, 3.700, 4.700, 5.700, 5.701, 6.700, 8.700, 10.700, 14.700, 15.700, 16.700, 16.701, 18.700, 19.700 e l'articolo aggiuntivo 19.0700.

Luciano VIOLANTE, presidente, avverte che il testo degli emendamenti approvati al fine di superare i profili problematici evidenziati dalla Commissione bilancio saranno trasmessi a tale Commissione per l'espressione del prescritto parere. Quindi, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 13.20.

ATTI DEL GOVERNO

Giovedì 20 settembre 2007. - Presidenza del presidente Luciano VIOLANTE.

La seduta comincia alle 13.20.

Schema di decreto legislativo concernente attuazione della direttiva 2004/83/CE del Consiglio, del 29 aprile 2004, recante norme minime sull'attribuzione, a cittadini di paesi terzi o apolidi, della qualifica di rifugiato o di persona altrimenti bisognosa di protezione internazionale, nonché norme minime sul contenuto della protezione riconosciuta.
Atto n. 131.

Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2005/85/CE del Consiglio, del 1o dicembre 2005, recante norme minime per le procedure applicate negli stati membri ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di rifugiato.
Atto n. 154.
(Seguito dell'esame congiunto e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato nella seduta del 19 settembre 2007.

Luciano VIOLANTE, presidente, nessuno chiedendo di intervenire, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta, avvertendo che la Commissione esprimerà il parere entro la seduta di mercoledì 26 settembre 2007.

La seduta termina alle 13.25

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 13.25 alle 13.40.

AVVERTENZA

Il seguente punto all'ordine del giorno non è stato trattato:

ATTI DEL GOVERNO

Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2004/113/CE del Consiglio, del 13 dicembre 2004, che attua il principio della parità di trattamento tra uomini e donne per quanto riguarda l'accesso a beni e servizi e la loro fornitura.
A. n. 132.