IV Commissione - Resoconto di giovedý 4 ottobre 2007


Pag. 28


SEDE REFERENTE

Giovedì 4 ottobre 2007. - Presidenza del presidente Roberta PINOTTI. - Interviene il sottosegretario di Stato per la difesa, Marco Verzaschi.

La seduta comincia alle 9.45.

Disposizioni per l'ammissione di soggetti fabici nelle Forze armate.
Nuovo testo C. 2459 Sanna.
(Seguito dell'esame e conclusione).

La Commissione prosegue l'esame del nuovo testo del provvedimento in titolo, rinviato nella seduta del 19 settembre 2007.

Roberta PINOTTI, presidente, avverte che non si sono verificate le condizioni per la richiesta di trasferimento in sede legislativa del nuovo testo del provvedimento in esame.

Giuseppe COSSIGA (FI), relatore, ritiene che, sulla base del dibattito svolto dalla Commissione nelle precedenti sedute, vi siano le condizioni per concludere l'esame del provvedimento in sede referente.

Il sottosegretario Marco VERZASCHI ricorda che, dalla documentazione depositata dal Governo nel corso della seduta del 12 settembre 2007, risulta che la Commissione scientifica ha ritenuto che il deficit di G6PD non risulti causa di inidoneità nel caso in cui non abbia dato luogo a comprovate manifestazioni emolitiche. Ritiene pertanto che tale precisazione dovrebbe essere inserita nel testo del provvedimento.

Giuseppe COSSIGA (FI), relatore, replicando alle osservazioni del Governo, ritiene che non vi sia contraddizione tra il testo del provvedimento elaborato dalla Commissione Difesa e le conclusioni della Commissione scientifica. Infatti, a suo avviso, la prescrizione contenuta nel citato


Pag. 29

testo secondo cui «la carenza accertata, parziale o totale, dell'enzima G6PDH (glucosio-6-fosfato-deidrogenasi) non può essere motivo di esclusione ai fini dell'arruolamento e dell'impiego operativo nelle Forze armate e nelle Forze di polizia» non implica che tale esclusione non possa essere disposta per particolari manifestazioni patologiche quali ad esempio le «comprovate manifestazioni emolitiche». Nel sottolineare che tali cause di esclusione potrebbero essere esplicitate dal Governo con un successivo provvedimento amministrativo, fa presente che, qualora il Governo ritenesse comunque opportuno presentare un emendamento in Assemblea per integrare il testo della proposta di legge in esame, tale proposta emendativa sarebbe esaminata con la massima attenzione.
Segnala infine l'esigenza di una correzione di forma che il nuovo testo del provvedimento richiede. In particolare, propone che nel titolo, dopo le parole: «nelle Forze armate», siano aggiunte le seguenti: «e nelle Forze di polizia».

La Commissione approva.

Nessun altro chiedendo di intervenire, la Commissione delibera all'unanimità di conferire il mandato al relatore di riferire in senso favorevole all'Assemblea sul nuovo testo del provvedimento in titolo. Delibera altresì di chiedere l'autorizzazione a riferire oralmente.

Roberta PINOTTI, presidente, si riserva di designare i componenti del Comitato dei Nove sulla base delle indicazioni dei gruppi.

La seduta termina alle 9.55.

INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA

Giovedì 4 ottobre 2007. - Presidenza del presidente Roberta PINOTTI. - Interviene il sottosegretario di Stato per la difesa, Marco Verzaschi.

La seduta comincia alle 9.55.

5-01561 Cossiga: Sulla Caserma Cesare Battisti di Sulmona.

Roberta PINOTTI, presidente, ricorda che, ai sensi dell'articolo 135-ter, comma 5, del regolamento, la pubblicità delle sedute per lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata è assicurata anche tramite la trasmissione attraverso l'impianto televisivo a circuito chiuso. Dispone, pertanto, l'attivazione del circuito.

Paola PELINO (FI), in qualità di cofirmataria, illustra l'interrogazione in titolo.

Il sottosegretario Marco VERZASCHI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1).

Paola PELINO (FI), nel dichiararsi insoddisfatta della risposta del Governo, sottolinea come gli effetti economici e finanziari derivanti dalla soppressione del 57o Battaglione Abruzzi dovrebbero essere valutati complessivamente anche alla luce dell'impatto che tale soppressione comporterà sull'economia regionale, che sarà privata di una presenza di personale militare valutabile su base annua tra le 2.000 e le 2.500 unità, con conseguenze pesanti sui livelli occupazionali. Sollecita pertanto nuovamente il Governo a considerare più approfonditamente l'intera vicenda.

5-01560 Deiana: Sull'inchiesta formale disciplinare a carico di un maresciallo dell'Aeronautica militare.

Donatella DURANTI (RC-SE), in qualità di cofirmataria, illustra l'interrogazione in titolo.

Il sottosegretario Marco VERZASCHI risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).


Pag. 30

Donatella DURANTI (RC-SE), nel dichiararsi insoddisfatta della risposta del Governo, sottolinea come, ancora una volta, si dimostri che i militari non hanno gli stessi diritti dei privati cittadini. Addirittura, si arriva al paradosso di considerare come una mancanza disciplinare l'esercizio di un diritto riconosciuto dalla Costituzione, quale la presentazione di una petizione alle Camere.
Ritiene pertanto ormai indifferibile affrontare con un provvedimento legislativo il tema dei diritti del personale militare.

Roberta PINOTTI, presidente, dichiara concluso lo svolgimento delle interrogazioni all'ordine del giorno.

La seduta termina alle 10.10.