VII Commissione - Resoconto di giovedý 4 ottobre 2007

TESTO AGGIORNATO AL 9 OTTOBRE 2007


Pag. 55

INTERROGAZIONI

Giovedì 4 ottobre 2007. - Presidenza del presidente Pietro FOLENA. - Intervengono il sottosegretario di Stato per i beni e le attività culturali Danielle Mazzonis, il sottosegretario di Stato per l'università e la ricerca Nando Dalla Chiesa e il viceministro della pubblica istruzione Mariangela Bastico.

La seduta comincia alle 9.10.

5-01371 Spini: Adeguato funzionamento dell'Accademia della Crusca.

Il sottosegretario Danielle MAZZONIS risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1).

Valdo SPINI (SDpSE) replicando, si dichiara parzialmente soddisfatto della risposta del rappresentante del Governo, in


Pag. 56

particolare per il riferimento al contributo di 500 mila euro erogato dal ministro Rutelli con decreto del settembre 2007. Osserva, tuttavia, che i finanziamenti destinati all'Accademia della Crusca sono stati progressivamente ridotti e sono notevolmente inferiori di quelli assicurati da altri paesi europei quali Spagna, Germania, Francia e Olanda ad omologhi istituti, che si occupano di tutela della lingua nazionale. Auspica, quindi, una maggiore attenzione alle esigenze di tutela dell'italiano, meno diffuso rispetto ad altre lingue europee, attraverso lo stanziamento di un congruo contributo ordinario a favore dell'Accademia della Crusca.

5-01376 Uggè: Verifica presso la SIAE della posizione dell'artista Morris Albert.

Il sottosegretario Danielle MAZZONIS risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Paolo UGGÈ (FI) replicando, si dichiara insoddisfatto della risposta del rappresentante el Governo, pur riconoscendo che le responsabilità del Governo sono scisse da quelle della SIAE. Sottolinea che gli elementi forniti dal sottosegretario non aggiungono nulla rispetto a quanto comunicato dalla SIAE all'interessato e confermano l'evidente l'intreccio di interessi sulla vicenda denunciato nel suo atto ispettivo.

5-01364 Bono: Installazione di nuovi ascensori nel monumento del Vittoriano a Roma.

Il sottosegretario Danielle MAZZONIS risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 3).

Nicola BONO (AN), replicando, si dichiara del tutto insoddisfatto della risposta burocratica fornita dal rappresentante del Governo, che non coglie il senso della sua interrogazione. Contesta preliminarmente che l'installazione degli ascensori possa essere in linea con le previsioni della Carta del restauro del 1972, che si basa sul principio dell'intangibilità dei monumenti. Sottolinea, altresì, che al Vittoriano sono state realizzate strutture aggiuntive, che deturpano l'originaria armonia del monumento. Ricorda che il 24 luglio 2007 il Consiglio superiore dei beni culturali ha approvato un ordine del giorno di condanna del progetto e di intervento immediato per la rimozione degli ascensori ancora inattuato dal ministro Rutelli.

5-01366 D'Ippolito Vitale: Diminuzione dei posti assegnati alla Facoltà di medicina dell'Università di Catanzaro.

Il sottosegretario Nando DALLA CHIESA risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 4).

Ida D'IPPOLITO VITALE (FI), replicando, si dichiara insoddisfatta non tanto della risposta del rappresentante del Governo, che ha puntualmente affrontato le questioni poste nella sua interrogazione, quanto dei criteri fissati al tavolo tecnico per l'assegnazione dei posti all'Università di Catanzaro. Esprime pertanto rammarico per la perdita di posti che costringerà molti studenti calabresi a rivolgersi ad altri atenei fuori regione, con evidenti ricadute economiche negative e disagi per le famiglie. Assicura infine che sarà sua cura ottenere i dovuti chiarimenti da parte del preside della facoltà di Catanzaro.

5-01412 Aprea: Clausola di salvaguardia riferita agli insegnanti di sostegno e di musica.

Il viceministro Mariangela BASTICOosserva che la clausola di salvaguardia contenuta nella legge finanziaria per il 2007, che avrebbe tagliato già da quest'anno in modo lineare le risorse del Ministero della pubblica istruzione - ad eccezione di quelle per il pagamento del personale - in caso di mancato raggiungimento


Pag. 57

degli obiettivi di riduzione della spesa, è stata superata dalla legge finanziaria per il 2008. Si è, infatti, riconosciuto che la riduzione di 14 mila docenti costituisce il raggiungimento di un obiettivo importante, seppure parziale. Con la legge finanziaria per il 2008, la riduzione di 47 mila insegnanti prevista per il 2007 viene ripartita in quattro annualità.
Per quanto riguarda la musica e lo strumento musicale, ricorda che nella circolare n. 19 del 13 febbraio 2007, con la quale è stato diramato il decreto interministeriale sulle dotazioni organiche del personale docente per l'anno 2007-2008, è stato stabilito che l'insegnamento dello strumento musicale è assicurato per un quota oraria obbligatoria non inferiore a quella prevista per i corsi ad indirizzo musicale; tale quota oraria è aggiuntiva rispetto al vigente orario obbligatorio di insegnamento.
In ordine agli insegnanti di sostegno, assicura che non sono stati effettuati tagli, se non nel caso in cui sia diminuito il numero dei disabili. Ricorda che i docenti di sostegno sono circa 91 mila e che questo numero è suscettibile di ulteriori aumenti in caso di nuove certificazioni di disabilità. Ritiene importante la previsione contenuta nella legge finanziaria per il 2008 di superare le attuali modalità di attribuzione degli insegnanti di sostegno, partendo dalla definizione di un organico funzionale attribuito ad una scuola o a reti di scuole, con l'obiettivo di garantire continuità didattica e maggiore valorizzazione dei docenti di sostegno anche in relazione ai diversi tipi di disabilità. Osserva altresì che la nuova norma supera l'attuale parametro di un insegnante di sostegno ogni 138 alunni, criterio che ha prodotto notevoli disparità di trattamento tra gli alunni e precarietà dei docenti. I posti dell'organico di diritto degli insegnanti di sostegno aumenteranno da 48 mila a 65 mila e un piano triennale definirà 17 mila nuove assunzioni, riducendo l'elevato numero di precari presenti soprattutto nella scuola superiore. Sottolinea che attualmente il 50 per cento degli insegnanti di sostegno è di ruolo, mentre con le nuove disposizioni il loro numero salirà al 70 per cento. Ciò al fine di assicurare contingenti di personale corrispondenti alle effettive esigenze rilevate, tramite una stretta collaborazione tra regioni, uffici scolastici regionali, aziende sanitarie locali e istituzioni scolastiche sulla base di certificazioni idonee a definire appropriati interventi formativi.

Fabio GARAGNANI (FI), replicando, si dichiara parzialmente soddisfatto della risposta del rappresentante del Governo, soprattutto in relazione all'assicurazione fornita dal viceministro riguardo alla clausola di salvaguardia contenuta nella legge finanziaria per il 2007. Esprime soddisfazione anche per le preannunziate misure a favore degli insegnanti di sostegno che auspica siano impiegati dalle scuole unicamente nelle funzioni per cui sono stati assunti.

5-01361 Amici: Corsi triennali speciali di ingegneria dell'Università La Sapienza di Roma, avviati presso la sede di Latina.

Pietro FOLENA, presidente, constata l'assenza della deputata Amici: si intende che abbia rinunciato alla interrogazione in titolo.
Dichiara, quindi, concluso lo svolgimento delle interrogazioni all'ordine del giorno.

La seduta termina alle 10.05.

SEDE REFERENTE

Giovedì 4 ottobre 2007. - Presidenza del presidente Pietro FOLENA. - Intervengono il sottosegretario di Stato per l'università e la ricerca Nando Dalla Chiesa e il sottosegretario di Stato per i beni e le attività culturali Elena Montecchi.

La seduta comincia alle 10.05.


Pag. 58

Abrogazione dell'equipollenza del diploma di laurea in scienze motorie al diploma di laurea in fisioterapia.
C. 28-522-1620-B, approvato, in un testo unificato, dalla VII Commissione della Camera e modificato dalla 7a Commissione del Senato.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame dei provvedimenti, rinviato, da ultimo, il 3 ottobre 2007.

Il sottosegretario Nando DALLA CHIESA, ricorda che il Senato ha recepito le indicazioni della Commissione cultura della Camera. Non c'è stato quindi alcun intervento difforme dei due rami del Parlamento, ma anzi l'accoglimento da parte del Senato delle indicazioni contenute nell'ordine del giorno presentato dalla deputata De Simone e approvato dalla Commissione cultura della Camera.
Ribadisce che non vi è alcun atteggiamento ostile nei confronti dei laureati in scienze motorie da parte del Governo; si potrà discutere quindi in ogni caso quanti saranno in concreto i posti da assicurare, anche in considerazione delle domande presentate. Ricorda, d'altra parte, che ci sono molte affinità tra i due corsi di laurea, per cui se c'è il passaggio della prova di selezione l'aver acquisito la laurea in scienze motorie consentirà di avere i crediti necessari per l'iscrizione a quella in fisioterapia, proprio come avviene per altri corsi di laurea affini, come per esempio scienze politiche ed economia. Ribadisce quindi che il testo del Senato è da leggere in questo senso.

Nicola BONO (AN) ritiene che se la Commissione non modificasse il testo del provvedimento in esame volto ad abrogare l'articolo 1-septies non ci sarebbe alcuna differenza tra la situazione comunemente esistente e quella specifica per i laureati in scienze motorie.

Il sottosegretario Nando DALLA CHIESA chiarisce che il tema della conversione dei crediti non è pacifico anzi proprio per questo il ministro Mussi è dovuto intervenire per fissare un limite di crediti da riconoscere non superiore al 50 per cento. Ribadisce quindi che intervenendo con l'approvazione del provvedimento in esame si potrebbe superere quel limite.

Pietro FOLENA, presidente, dichiara concluso l'esame preliminare. Avverte che il termine per la presentazione degli emendamenti è fissato per lunedì 8 ottobre, alle ore 12.
Rinvia quindi il seguito dell'esame ad altra seduta.

Disposizioni a sostegno del settore musicale.
C. 122 Colasio, C. 185 Lusetti, C. 407 De Simone, C. 2451 Caparini e C. 3002 Rositani.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame dei provvedimenti, rinviato, da ultimo, il 3 ottobre 2007.

Emilia Grazia DE BIASI (Ulivo) osserva che l'ampia relazione del presidente Folena si è concentrata su un tema complesso rispetto al quale sussistono ritardi legislativi antichi che si uniscono alla tradizionale sottovalutazione della musica. Ritiene necessario individuare uno strumento legislativo adeguato per mettere ordine in un settore che investe la competenza di più ministeri. Osserva altresì che è del tutto trascurata l'attività musicale praticata a livello amatoriale, a differenza di altri Paesi quali la Germania. Rileva che le proposte di legge in esame sono molto disomogenee tra loro, pur affrontando distintamente tematiche di assoluto rilievo.
Ricorda che nel contratto di servizio della RAI è stato approvato un emendamento a sua firma in cui si è stabilito il principio che il servizio pubblico deve promuovere la musica italiana in tutti i suoi generi. Aggiunge che la diffusione musicale è attualmente connessa alla ridefinizione delle tecnologie e conseguentemente


Pag. 59

del mercato di questo settore, che ha dato origine ad una diversa modalità di fruizione del prodotto musicale da parte dei cittadini. Ritiene che si dovrebbe procedere alla nomina di un Comitato ristretto e svolgere un ciclo di audizioni, possibilmente non nel Comitato ristretto, che contemplino anche un approfondimento sul sistema e le prospettive della normativa europea. Auspica quindi che, in sede di esame della legge finanziaria, gli stanziamenti per il settore musicale non siano vincolati ad un riordino complessivo della materia. Al riguardo, sottolinea di essere favorevole ad una legislazione molto snella volta all'integrazione delle competenze dei Ministeri dell'istruzione, della comunicazione e dello sviluppo economico, in quanto la musica è materia di insegnamento scolastico e interessa i campi della produzione, della tutela del diritto d'autore, della valorizzazione e della diffusione del prodotto musicale, nonché della sua libera fruizione secondo modalità che non violino il diritto d'autore. Auspica, infine, un significativo intervento pubblico che preveda lo stanziamento di congrue risorse a favore del settore musicale.

Pietro FOLENA, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 10.25.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 10.25 alle 10.45.

AUDIZIONI INFORMALI

Giovedì 4 ottobre 2007.

Audizione del professore Serge Latouche in materia di istruzione e formazione scolastica, con particolare riferimento agli indirizzi attuali delle scienze sociali nell'ambito del percorso formativo.

L'audizione informale è stata svolta dalle 10.45 alle 11.50.

AVVERTENZA

Il seguente punto all'ordine del giorno non è stato trattato:

SEDE REFERENTE

Disposizioni concernenti la Società italiana degli autori ed editori.
C. 2221 Lusetti.