VI Commissione - Resoconto di giovedý 18 ottobre 2007


Pag. 55


ATTI DEL GOVERNO

Giovedì 18 ottobre 2007. - Presidenza del presidente Paolo DEL MESE. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Massimo Tononi.

La seduta comincia alle 8.45.

Schema di decreto legislativo recante recepimento della direttiva 2004/25/CE, concernente le offerte pubbliche di acquisto.
Atto n. 162.
(Seguito esame e conclusione - Parere favorevole con osservazioni).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 17 ottobre 2007.

Paolo DEL MESE, presidente e relatore, informa di aver apportato una correzione alla lettera f) delle osservazioni contenute nella proposta di parere già formulata nella seduta di ieri (vedi allegato).

Maurizio FUGATTI (LNP) rileva come la posizione contraria del proprio gruppo rispetto all'orientamento del Governo in merito al recepimento della direttiva 2004/25/CE risulti ormai chiara da molto tempo, evidenziando come tale giudizio negativo risulti rafforzato dai rilievi critici espressi sullo schema di decreto legislativo dalla Banca d'Italia e dalla CONSOB, nonché dagli elementi emersi nel corso dell'interessante dibattito svolto sul provvedimento in esame.
Sottolinea, infatti, come la scelta del Governo di imporre in termini generalizzati gli obblighi in materia di passivity rule e di regole di neutralizzazione recati dagli articoli 9 e 11 della Direttiva 2004/25/CE rappresenti una posizione piuttosto isolata nel panorama europeo, nel cui ambito solo i paesi baltici hanno adottato un analogo orientamento. La decisione dell'Esecutivo rischia quindi di creare problemi al Paese


Pag. 56

nonché, in particolare, alle società italiane, che rischiano di trovarsi più facilmente esposte a scalate da parte di società estere. A tale riguardo considera illusorio il ragionamento, esposto dal Sottosegretario Tononi nel corso della seduta di ieri, secondo il quale l'opzione di applicare integralmente il contenuto della predetta direttiva può costituire uno strumento per indurre anche gli altri Stati membri ad assumere analoga posizione.
Per tali considerazioni dichiara quindi il voto contrario del proprio gruppo sulla proposta di parere formulata dal relatore.

Maria Ida GERMONTANI (AN) preannuncia il voto di astensione del proprio gruppo sulla proposta di parere, rilevando come tale posizione non sia motivata dalle scelte assunte dal Governo in sede di recepimento della direttiva, che risultano in larga parte vincolate, ma piuttosto dalle notevoli perplessità che suscita lo stesso contenuto della direttiva, la quale appare discutibile sotto molteplici profili.
A tale riguardo ritiene che l'Italia, nel corso della discussione della direttiva medesima, abbia mantenuto un profilo eccessivamente debole, che non ha consentito di rappresentare adeguatamente gli interessi generali del Paese. Occorre dunque sollecitare, nelle competenti sedi comunitarie, l'immediato avvio del processo di revisione della direttiva, eliminando il carattere opzionale degli obblighi in essa contenuti, ed eventualmente rivedendo la disciplina concernente le regole di neutralizzazione.
In un contesto più ampio, sottolinea come il Governo debba svolgere un'azione più incisiva in ambito europeo, rendendosi portavoce dell'esigenza che i processi di globalizzazione ed integrazione commerciale in atto a livello mondiale rendono necessaria una maggiore integrazione delle diverse discipline nazionali afferenti ai mercati finanziari.
La Commissione approva la proposta di parere del relatore, come riformulata.

La seduta termina alle 9.

AUDIZIONI INFORMALI

Giovedì 18 ottobre 2007.

Audizioni sulle problematiche relative alla portabilità dei mutui.

Audizione dei rappresentanti del Consiglio nazionale del notariato.

L'audizione informale si è svolta dalle 9 alle 9.30.

Audizione dei rappresentanti delle associazioni di tutela dei consumatori.

L'audizione informale si è svolta dalle 9.30 alle 10.15.

Audizione dei rappresentanti dell'Associazione bancaria italiana (ABI).

L'audizione informale si è svolta dalle 10.15 alle 11.