VIII Commissione - Resoconto di mercoledý 14 marzo 2007


Pag. 87

AUDIZIONI INFORMALI

Mercoledì 14 marzo 2007.

Audizione di rappresentanti dell'ENEA sulle tematiche relative ai cambiamenti climatici.

L'audizione informale si è svolta dalle 9.05 alle 10.

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

Mercoledì 14 marzo 2007.

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 14.10 alle 14.20.

RISOLUZIONI

Mercoledì 14 marzo 2007. - Presidenza del presidente Ermete REALACCI. - Intervengono il viceministro delle infrastrutture, Angelo Capodicasa, e il sottosegretario di Stato per l'ambiente e la tutela del territorio e del mare, Gianni Piatti.

La seduta comincia alle 14.20.

7-00131 Bocci: Coordinamento della legislazione speciale per le città e per particolari aree territoriali.
(Discussione e rinvio).

La Commissione inizia la discussione.


Pag. 88

Ermete REALACCI, presidente, sottolinea la rilevanza delle finalità sottese alla risoluzione in titolo, che prospetta l'adozione di un interessante percorso di accorpamento e razionalizzazione della normativa in materia di interventi per determinate aree territoriali e della legislazione speciale per le città. Auspica, pertanto, che il Governo possa accogliere lo spirito dell'atto di indirizzo in discussione.

Il viceministro Angelo CAPODICASA fa presente che il Governo condivide le finalità della risoluzione in titolo, riservandosi tuttavia di svolgere ulteriori approfondimenti di natura tecnica, vista anche la complessità dell'argomento. Prospetta, pertanto, l'opportunità di un rinvio della definitiva deliberazione da parte della Commissione, al fine di consentire al Ministero delle infrastrutture di fornire alla discussione i propri idonei contributi conoscitivi.

Gianpiero BOCCI (Ulivo), nel riservarsi di illustrare in modo più analitico la risoluzione nel seguito della discussione, intende ribadire l'importanza di poter lavorare alla redazione di un unico testo legislativo che accorpi la legislazione speciale per le città e per determinate aree territoriali, che rappresenterebbe un intervento di assoluta innovazione nella materia. Per tali motivi, ritiene condivisibile l'ipotesi di rinviare la deliberazione della Commissione sulla risoluzione in titolo, a condizione che essa possa avvenire entro la prossima settimana.

Il viceministro Angelo CAPODICASA assicura la disponibilità del Governo a proseguire la discussione della risoluzione in titolo nel corso della prossima settimana.

Ermete REALACCI, presidente, preso atto che non vi sono obiezioni rispetto all'orientamento emerso nel corso del dibattito, rinvia il seguito della discussione ad altra seduta.

7-00136 Margiotta: Attuazione delle norme per il trattamento delle sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.
(Discussione e approvazione).

La Commissione inizia la discussione.

Salvatore MARGIOTTA (Ulivo) illustra la risoluzione in titolo, sottolineando l'estrema rilevanza del problema dello smaltimento dei rifiuti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, che hanno una forte diffusione sul territorio nazionale e devono trovare una loro disciplina certa e di facile applicabilità. Per tali motivi, ricorda che l'atto di indirizzo in discussione si pone l'obiettivo di impegnare il Governo ad adottare rapidamente taluni dei decreti attuativi previsti dalla legislazione vigente, evitando ulteriori, pericolose, proroghe e dando certezza agli operatori del settore, anche al fine di garantire il pieno recepimento della normativa comunitaria in materia. Considerato che si sono diffuse, negli ultimi giorni, allarmanti notizie circa presunti rallentamenti nell'iter di approvazione di tali decreti attuativi, auspica che i termini non vengano nuovamente differiti: a questo scopo, invita il Governo a realizzare ogni possibile sforzo per emanare entro la fine del mese di marzo gli atti in questione.

Ermete REALACCI, presidente, dichiara di condividere le considerazioni del deputato Margiotta, augurandosi che il Governo sappia dare una pronta risposta alle problematiche segnalate dalla risoluzione.

Il sottosegretario Gianni PIATTI esprime l'orientamento favorevole del Governo sulla risoluzione in discussione, segnalando che il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare ha già predisposto gli schemi dei decreti attuativi, che sono tuttora all'esame del Ministero dello sviluppo economico, per le parti di competenza. A tal fine, fa presente che le determinazioni di spettanza di tale dicastero sono state ripetutamente sollecitate e, pertanto, appare plausibile concludere l'iter di approvazione dei testi nel più breve tempo possibile.

Nessun altro chiedendo di intervenire, la Commissione approva all'unanimità la risoluzione in titolo.

La seduta termina alle 14.35.


Pag. 89

SEDE REFERENTE

Mercoledì 14 marzo 2007. - Presidenza del presidente Ermete REALACCI. - Interviene il viceministro delle infrastrutture, Angelo Capodicasa.

La seduta comincia alle 14.35.

Contributo al Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico del Club alpino italiano.
C. 1746-undevicies Governo.

(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione prosegue l'esame, rinviato il 7 marzo 2007.

Ermete REALACCI, presidente, avverte che il relatore ha presentato un emendamento ed un articolo aggiuntivo relativi al provvedimento in esame (vedi allegato 1).

Raffaella MARIANI (Ulivo), relatore, raccomanda l'approvazione del suo emendamento 1.1 e del suo articolo aggiuntivo 1.01.

Il viceministro Angelo CAPODICASA esprime parere favorevole sulle proposte emendative predisposte dal relatore.

Ermete REALACCI, presidente, intende esprimere un convinto apprezzamento per le finalità perseguite dal provvedimento in esame, condividendo, in particolare, le proposte emendative predisposte dal relatore.

La Commissione approva, con distinte votazioni, l'emendamento 1.1 del relatore e l'articolo aggiuntivo 1.01 del relatore.

Ermete REALACCI, presidente, comunica che il testo del provvedimento, come risultante sulla base dell'emendamento e dell'articolo aggiuntivo approvati, sarà trasmesso alle competenti Commissioni per l'acquisizione dei prescritti pareri.
Rinvia, dunque, il seguito dell'esame ad altra seduta.

Ricostruzione dei territori del Molise e della Puglia colpiti dal sisma dell'ottobre 2002.
C. 585 Di Gioia.
(Seguito dell'esame e rinvio - Adozione di un nuovo testo).

La Commissione prosegue l'esame, rinviato il 27 settembre 2006.

Ermete REALACCI, presidente, avverte che, in esito ai lavori del Comitato ristretto, è stato elaborato un nuovo testo della proposta di legge n. 585 (vedi allegato 2), che il relatore propone di adottare come testo base per il seguito dell'esame in sede referente.

Salvatore MARGIOTTA (Ulivo), relatore, fa presente che nel nuovo testo elaborato dal Comitato ristretto sono stati modificati taluni elementi problematici presenti nel testo originario, da lui già segnalati in occasione della relazione introduttiva, e sono state inserite ulteriori previsioni di coordinamento con le disposizioni legislative e amministrative nel frattempo intervenute sulla materia.

Il viceministro Angelo CAPODICASA, nel prendere atto del nuovo testo elaborato dal Comitato ristretto, ricorda che sul territorio interessato dal provvedimento in esame è vigente un regime commissariale, che guida in particolare le azioni di ricostruzione; a tal fine, auspica che la Commissione sappia individuare le necessarie forme di raccordo con tale gestione commissariale. Rileva, inoltre, che il Ministero delle infrastrutture giudica inopportune le deroghe disposte dall'articolo 9 rispetto alla normativa sugli appalti.
Infine, quanto ai profili di copertura finanziaria, sui quali lo stesso Ministero si era originariamente riservato di formulare proprie osservazioni solo a seguito dell'approvazione della legge finanziaria per il 2007, ritiene che non sussistano problemi circa gli oneri previsti dall'articolo 2.

Lello DI GIOIA (RosanelPugno), osservato che i principali elementi problematici


Pag. 90

sono stati superati con il nuovo testo del provvedimento, chiede al rappresentante del Governo di chiarire la propria posizione in ordine ai profili finanziari.

Il viceministro Angelo CAPODICASA ribadisce che il nuovo testo della proposta di legge in esame non presenta aspetti problematici circa la copertura finanziaria degli interventi previsti.

Ermete REALACCI, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, propone di adottare - secondo quanto prospettato dal relatore - il nuovo testo della proposta di legge in titolo, elaborato dal Comitato ristretto, come testo base per il seguito dell'esame in sede referente.

La Commissione delibera, quindi, di adottare il nuovo testo della proposta di legge n. 585, elaborato dal Comitato ristretto, come testo base per il seguito dell'esame in sede referente.

Ermete REALACCI, presidente, propone di fissare il termine per la presentazione di emendamenti al nuovo testo della proposta di legge in titolo, testé adottato come testo base, per le ore 12 di martedì 20 marzo 2007.

La Commissione concorda.

Ermete REALACCI, presidente, rinvia il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 14.50.

AUDIZIONI INFORMALI

Mercoledì 14 marzo 2007.

Audizioni di rappresentanti di associazioni di produttori di energia da fonti rinnovabili e di rappresentanti di associazioni delle piccole e medie imprese sulle tematiche relative ai cambiamenti climatici.

Le audizioni informali si sono svolte dalle 15 alle 16.30.