I Commissione - Mercoledý 14 giugno 2006


Pag. 40

ALLEGATO 1

Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali (C. 40 Boato, C. 326 Lumia, C. 571 Forgione, C. 688 Angela Napoli e C. 890 Lucchese)

EMENDAMENTI

ART. 1.

Al comma 1, lettera b), sostituire le parole: 24 novembre 1004, n. 687 con le seguenti: 23 aprile 2004, n. 161.
1. 14. I Relatori.

Al comma 1, dopo la lettera b), inserire la seguente:
b-bis) verificare l'attuazione delle disposizioni di cui alla legge 23 dicembre 2002, n. 279, relativamente all'applicazione del regime carcerario di cui all'articolo 41-bis della legge 26 giugno 1975, n. 354.
1. 8. Biancofiore, Santelli, Boscetto, Carfagna.

Al comma 1, dopo la lettera b), inserire la seguente:
b-bis) verificare l'attuazione delle disposizioni di cui alla legge 23 dicembre 2002, n. 279, relativamente all'applicazione del regime carcerario di cui all'articolo 41-bis della legge 26 giugno 1975, n. 354 alle persone imputate o condannate per delitti di mafia.
1. 8. (Nuova formulazione) Biancofiore, Santelli, Boscetto, Carfagna.

Al comma 1, lettera d), sostituire le parole: , comprese quelle istituzionali, con particolare riguardo con le seguenti: con particolare riguardo ai rapporti tra amministrazioni comunali, provinciali e regionali e associazioni mafiose e.
1. 9. Licandro.

Al comma 1, lettera d), sostituire le parole: l'ambiente e i patrimoni con le seguenti: l'ambiente, i patrimoni ed i diritti di proprietà intellettuale.
1. 2. Cota, Stucchi.

Al comma 1, lettera d), aggiungere, in fine, le seguenti parole: ovvero dirette a minacciare la sicurezza dello Stato;.
1. 10. Boato.

Al comma 1, dopo la lettera f), aggiungere la seguente:
f-bis) verificare l'impatto negativo sul sistema produttivo del fenomeno mafioso con particolare riguardo all'alterazione dei princìpi di libertà dell'iniziativa economica privata, di libera concorrenza nel mercato, di libertà di accesso al sistema creditizio e finanziario, di trasparenza della spesa pubblica comunitaria, statale e regionale, finalizzata allo sviluppo e alla crescita e al sistema delle imprese.
1. 11. I Relatori.

Al comma 1, dopo la lettera f), aggiungere la seguente:
f-bis) verificare l'impatto negativo delle attività delle associazioni mafiose sul


Pag. 41

sistema produttivo, con particolare riguardo all'alterazione dei princìpi di libertà dell'iniziativa economica privata, di libera concorrenza nel mercato, di libertà di accesso al sistema creditizio e finanziario, di trasparenza della spesa pubblica comunitaria, statale e regionale, finalizzata allo sviluppo e alla crescita e al sistema delle imprese.
1. 11. (Nuova formulazione) I Relatori.

Al comma 1, dopo la lettera g), aggiungere la seguente:
g-bis) verificare l'adeguatezza delle strutture preposte alla prevenzione dei fenomeni criminali e al controllo del territorio.
1. 12. I Relatori.

Al comma 1, dopo la lettera g), aggiungere la seguente:
g-bis) verificare l'adeguatezza delle strutture preposte alla prevenzione e al contrasto dei fenomeni criminali nonché al controllo del territorio.
1. 12. (Nuova formulazione) I Relatori.

Al comma 1, dopo la lettera g), inserire la seguente:
g-bis) verificare eventuali condizionamenti mafiosi nell'assegnazione di finanziamenti pubblici da parte delle Regioni e nella loro gestione su territori a particolare rischio criminalità.
1. 4. Bocchino, Santelli, Carfagna.

Al comma 1, dopo la lettera g), inserire la seguente:
g-bis) svolgere il monitoraggio sui tentativi di condizionamento e di infiltrazione mafiosa negli enti locali, proporre misure idonee a prevenire e a contrastare tali fenomeni verificando l'efficacia delle disposizioni vigenti in materia.
1. 6. Santelli, Boscetto, Bocchino, Biancofiore, Carfagna.

Al comma 1, dopo la lettera g), inserire la seguente:
g-bis) svolgere il monitoraggio sui tentativi di condizionamento e di infiltrazione mafiosa negli enti locali, proporre misure idonee a prevenire e a contrastare tali fenomeni verificando l'efficacia delle disposizioni vigenti in materia, con riguardo anche alla normativa in materia di scioglimento dei consigli comunali e provinciali e di rimozione degli amministratori locali.
1. 6. (Nuova formulazione) Santelli, Boscetto, Bocchino, Biancofiore, Carfagna.

Sostituire i commi 3 e 4 con il seguente:
3. Nello svolgimento delle sue funzioni, la Commissione può organizzare i propri lavori attraverso uno o più comitati, costituiti secondo il regolamento di cui all'articolo 7. Può altresì consultare anche soggetti e realtà associative, a carattere nazionale o locale, che operano contro le attività delle organizzazioni criminali di tipo mafioso e similari.
1. 1. Benedetti Valentini, Bocchino.

Al comma 4, sostituire le parole: consulta anche le realtà associative, a carattere nazionale o locale con le seguenti: può consultare anche i soggetti o le realtà associative, sia esteri che a carattere nazionale o locale.
1. 3. Cota, Stucchi.

Al comma 4, sostituire le parole: consulta anche le realtà associative con le seguenti: può consultare anche soggetti e realtà associative.
1. 7. Boscetto, Carfagna, Santelli, Biancofiore.


Pag. 42

Al comma 4, sostituire la parola: consulta con le seguenti: può consultare.
1. 5. Santelli, Boscetto, Biancofiore.

Al comma 4, dopo le parole: consulta anche aggiungere le seguenti: i soggetti e.
1. 13. I Relatori.

ART. 2.

Sostituire il comma 1 con il seguente:
1. La Commissione è composta da venticinque senatori e da venticinque deputati, nominati rispettivamente dal Presidente del Senato della Repubblica e dal Presidente della Camera dei deputati, in proporzione al numero dei componenti i gruppi parlamentari, comunque assicurando la presenza di un rappresentante per ciascun gruppo esistente in almeno un ramo del Parlamento. Le nomine sono fatte tenendo conto della specificità dei compiti assegnati alla Commissione ed evitando ogni incompatibilita con la pendenza di procedimenti giudiziari per reati attinenti alla criminalità organizzata o contro la pubblica amministrazione.
2. 2. Benedetti Valentini, Bocchino.

Sostituire il comma 1 con il seguente:
1. La Commissione è composta da venticinque senatori e da venticinque deputati nominati rispettivamente dal Presidente del Senato della Repubblica e dal Presidente della Camera dei deputati in proporzione al numero dei componenti i gruppi parlamentari, comunque assicurando la presenza di un rappresentante per ciascun gruppo esistente in almeno un ramo del Parlamento. La nomina dei commissari tiene conto della particolare specificità dei compiti assegnati alla Commissione.
2. 5. Belisario.

Sostituire il comma 1 con il seguente:
1. La Commissione è composta da venticinque senatori e da venticinque deputati nominati rispettivamente dal Presidente del Senato della Repubblica e dal Presidente della Camera dei deputati in proporzione al numero dei componenti i gruppi parlamentari, comunque assicurando la presenza di un rappresentante per ciascun gruppo esistente in almeno un ramo del Parlamento. La nomina dei componenti la Commissione tiene conto della specificità dei compiti ad essa assegnati.
2. 5. (Nuova formulazione) Belisario.

Al comma 1, sopprimere le parole: tenendo conto della specificità dei compiti assegnati alla Commissione.

Conseguentemente, al medesimo comma 1 aggiungere, in fine le seguenti parole: e tenendo conto dell'eventuale esistenza di condizioni di incompatibilità per situazioni personali e professionali.
2. 6. Boato.

Dopo il comma 1, inserire il seguente:
1-bis. Della Commissione non può far parte alcun componente nei cui confronti è in atto un procedimento giudiziario per reati di cui agli articoli 416, 416-bis e 416-ter del codice penale e di cui ai titoli II e III del libro secondo del codice penale. Le stesse limitazioni valgono per i parlamentari che assistono legalmente soggetti sottoposti a tali procedimenti.
2. 7. Licandro.

Dopo il comma 1, inserire il seguente:
1-bis. Della Commissione non può far parte alcun componente nei cui confronti siano in atto procedimenti giudiziari per reati attinenti alla criminalità organizzata o contro la pubblica amministrazione.
2. 1. Benedetti Valentini, Bocchino.


Pag. 43

Al comma 4, sostituire il secondo ed il terzo periodo con il seguente: Il Presidente è eletto con la maggioranza dei due terzi dei componenti la Commissione.
2. 4. La Loggia, Boscetto, Santelli, Biancofiore, Carfagna.

Al comma 4, sostituire l'ultimo periodo con il seguente: In caso di parità di voti è proclamato eletto o entra in ballottaggio il componente con maggiore anzianità parlamentare.
2. 3. Bocchino, Benedetti Valentini.

ART. 4.

Sostituirlo con il seguente:

Art. 4.

1. La Commissione nell'ambito dell'espletamento dei compiti e dei poteri previsti dalla presente legge non può adottare provvedimenti incidenti sui diritti di libertà costituzionalmente garantiti.
4. 1. Santelli, Boscetto, Biancofiore, Carfagna.

Al comma 1, sostituire le parole: a maggioranza dei due terzi dei componenti con le seguenti: a maggioranza assoluta dei componenti.
4. 2. Belisario.

ART. 6.

Dopo il comma 3, aggiungere il seguente:
3-bis. Il segreto funzionale non può essere opposto dalla Commissione all'Autorità Giudiziaria.
6. 1. Licandro.


Pag. 44

ALLEGATO 2

D.L. 206/06: Disposizioni urgenti in materia di IRAP e di canoni demaniali marittimi (C. 1005 Governo)

PARERE APPROVATO

La I Commissione,
esaminato il disegno di legge C. 1005 Governo, di conversione del decreto-legge 7 giugno 2006, n. 206, recante disposizioni urgenti in materia di IRAP e di canoni demaniali marittimi,
ritenuto che le disposizioni dallo stesso recate siano riconducibili alla materia «sistema tributario e contabile dello Stato», che l'articolo 117, secondo comma, lettera e) riserva alla competenza legislativa esclusiva dello Stato,
rilevato che non sussistano motivi di rilievo sugli aspetti di legittimità costituzionale

esprime

PARERE FAVOREVOLE


Pag. 45

ALLEGATO 3

D.L. 210/06: Disposizioni finanziarie urgenti in materia di pubblica istruzione (C. 1092 Governo)

PARERE APPROVATO

La I Commissione,
esaminato il disegno di legge C. 1092 Governo, di conversione del decreto-legge 12 giugno 2006, n. 210, recante disposizioni urgenti in materia di pubblica istruzione,
ritenuto che le disposizioni dallo stesso recate siano riconducibili alla materia «sistema tributario e contabile dello Stato», che l'articolo 117, secondo comma, lettera e) riserva alla competenza legislativa esclusiva dello Stato,
rilevato, altresì, che con riferimento alla finalità del provvedimento possono assumere rilievo anche la materia «norme generali sull'istruzione» che l'articolo 117, secondo comma, lettera n) riserva alla competenza legislativa esclusiva dello Stato,
rilevato che non sussistano motivi di rilievo sugli aspetti di legittimità costituzionale.

esprime

PARERE FAVOREVOLE


Pag. 46

ALLEGATO 4

Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulle attività illecite ad esso connesse (C. 17 Realacci ed abb.)

PARERE APPROVATO

La I Commissione,
esaminato il nuovo testo della proposta di legge C. 17, recante «Istituzione di una Commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulle attività illecite ad esso connesse», come risultante dagli emendamenti approvati nel corso dell'esame in sede referente,
preso atto favorevolmente delle disposizioni recate dall'articolo 3-bis in materia di adozione di deliberazioni aventi ad oggetto provvedimenti incidenti sui diritti di libertà costituzionalmente garantiti, nonché della introduzione, all'articolo 6, comma 6, di un tetto massimo alle spese per il funzionamento della Commissione e rilevato come tali disposizioni risultino in armonia con analoghe previsioni introdotte da questa Commissione nel testo unificato delle proposte di legge in materia di istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, da essa adottato quale testo base,
rilevato, tuttavia, che sussiste un diseallineamento tra il quorum previsto dall'articolo 3-bis, comma 2, della proposta di legge in esame per l'adozione, in casi di necessità e di urgenza, da parte dell'Ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi, delle deliberazioni aventi ad oggetto provvedimenti incidenti sui diritti di libertà costituzionalmente garantiti, e il corrispondente quorum previsto per le stesse deliberazioni nel testo base adottato da questa Commissione in ordine alla istituzione della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, e ritenuto opportuno che in materia siano adottate norme di identico tenore,

esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti osservazioni:
a) all'articolo 3-bis, comma 2, valuti la Commissione l'opportunità di sostituire le parole: «tre quarti», con le seguenti: «quattro quinti»;
b) all'articolo 2, comma 2, valuti la Commissione l'opportunità di specificare le modalità di elezione del presidente e dell'ufficio di presidenza.