VI Commissione - Resoconto di mercoledý 25 ottobre 2006


Pag. 34


SEDE REFERENTE

Mercoledì 25 ottobre 2006. - Presidenza del presidente Paolo DEL MESE. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Alfiero Grandi.

La seduta comincia alle 9.15.

Decreto-legge 258/06: Disposizioni urgenti in materia di detraibilità dell'IVA.
C. 1808 Governo.
(Seguito dell'esame e conclusione).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato nella seduta del 24 ottobre 2006.

Paolo DEL MESE, presidente, avverte che sono stati presentati taluni emendamenti al decreto-legge (vedi allegato 1); invita quindi il relatore ed il rappresentante del Governo ad esprimere su di essi il parere.

Giampaolo FOGLIARDI (Ulivo), relatore, esprime parere contrario su tutti gli emendamenti presentati.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI esprime parere conforme a quello del relatore.

Gioacchino ALFANO illustra il proprio emendamento 1.1, il quale è volto a specificare che le istanze di rimborso debbano riguardare gli acquisti ed importazioni di beni e servizi di cui all'articolo 19-bis 1, comma 1, lettere c) e d) del Decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 1972, che siano stati regolarmente registrati nelle scritture contabili.
Illustra altresì il proprio emendamento 1.4, sottolineando la necessità di consentire che la richiesta di rimborso sia effettuata contestualmente alla presentazione della dichiarazione IVA.

Giampaolo FOGLIARDI (Ulivo), relatore, ritiene che la previsione contenuta negli emendamenti Gioacchino Alfano 1.1 e Fugatti 1.2 sia sostanzialmente inutile, in


Pag. 35

quanto ritiene scontato che le richieste di rimborso possano avvenire solo con riferimento alle spese effettivamente sostenute, regolarmente registrate nella contabilità dei soggetti interessati.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI rileva come il Governo abbia proceduto a quantificare i maggiori oneri derivanti dalla sentenza della Corte di giustizia, quantificandoli prudenzialmente nella misura massima teoricamente possibile, sia per quanto riguarda le istanze di rimborso relative agli anni pregressi, sia per quanto attiene alla detraibilità per gli anni futuri.
Con riferimento agli oneri relativi ai rimborsi, essi sono stati correttamente contabilizzati come regolazione debitoria, per un ammontare complessivo massimo pari a 17 miliardi di euro per il periodo 2003-2006, evidenziando, a tale riguardo, come, a seguito delle modifiche apportate al Senato, si siano introdotte, al comma 1 dell'articolo 1 del decreto-legge, due distinte modalità di rimborso, una forfetaria, e l'altra di carattere analitico, che consentirà ai contribuenti di fruire di un rimborso superiore, qualora provino l'effettivo utilizzo dei veicoli in base a criteri di effettiva inerenza all'attività svolta. In particolare, il ricorso al criterio dell'inerenza dell'uso del veicolo all'attività dovrebbe consentire di ridurre le dimensioni degli oneri pregressi, in misura pari a circa 9 miliardi di euro.
Per quanto riguarda invece il futuro regime di detraibilità dall'IVA dell'imposta assolta sugli acquisti degli autoveicoli, evidenzia come i maggiori oneri relativi possano essere valutati in una misura massima possibile di 5,2 miliardi di euro su base annua. In tale contesto la disposizione di cui al comma 2-bis dell'articolo 1 del decreto prevede che la percentuale di detrazione sia determinata successivamente, alla luce del parere che sarà espresso in merito dal Comitato consultivo previsto dalla VI Direttiva IVA; nel caso in cui tale Comitato autorizzasse a prevedere un meccanismo di detrazione forfetaria, gli oneri a regime risulterebbero inferiori, consentendo quindi di prevedere una misura della detrazione più elevata.

Paolo DEL MESE, presidente, ritiene che taluni emendamenti, tra i quali, in particolare, gli emendamenti Gioacchino Alfano 1.1, Fugatti 1.2 e Gioacchino Alfano 1.4 possano essere trasformati in ordini del giorno da presentare nel corso della discussione in Assemblea.

Il Sottosegretario Alfiero GRANDI concorda con il suggerimento del Presidente, assicurando la disponibilità del Governo a valutare attentamente gli ordini del giorno che fossero presentati in Assemblea con riferimento alle questioni affrontate dagli emendamenti 1.1, 1.2, 1.4.

La Commissione respinge gli emendamenti Gioacchino Alfano 1.1, Fugatti 1.2 e 1.3, Gioacchino Alfano 1.4, Fugatti 1.5, 1.6 e 1.7, Gioacchino Alfano 1.8, Fugatti 1.9 e 1.10 e Gioacchino Alfano 1.11.
Approva quindi la proposta di conferire al relatore, Giampaolo Fogliardi, il mandato a riferire in senso favorevole all'Assemblea sul provvedimento, deliberando altresì di richiedere l'autorizzazione a riferire oralmente.

Paolo DEL MESE, presidente, si riserva di nominare i componenti del Comitato dei nove sulla base delle indicazioni dei gruppi.

La seduta termina alle 9.35.

INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA

Mercoledì 25 ottobre 2006. - Presidenza del presidente Paolo DEL MESE. - Interviene il sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze Massimo Tononi.

La seduta comincia alle 14.10.

Paolo DEL MESE, presidente, ricorda che, ai sensi dell'articolo 135-ter, comma 5, del regolamento, la pubblicità delle


Pag. 36

sedute per lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata è assicurata anche tramite la trasmissione attraverso l'impianto televisivo a circuito chiuso. Dispone, pertanto, l'attivazione del circuito.
Avverte quindi che l'interrogazione n. 5-00319 Crisci, su richiesta del presentatore, sarà svolta in altra seduta.

5-00318 Germontani: Erogazioni effettuate dalla Fondazione Cassa di risparmio di Modena.

Maria Ida GERMONTANI (AN) illustra la propria interrogazione, la quale è volta ad ottenere dati analitici in merito alle erogazioni effettuate dalla Fondazione Cassa di risparmio di Modena negli anni 2004 e 2005.
Sottolinea quindi come l'interrogazione non abbia natura inquisitoria, prefiggendosi lo scopo, meramente informativo, di acquisire conoscenze più approfondite circa le attività svolte dalla citata Fondazione, la quale risulta essere una delle più efficienti del Paese.

Il Sottosegretario Massimo TONONI risponde all'interrogazione nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Maria Ida GERMONTANI (AN) ringrazia il sottosegretario per la risposta fornita.

Paolo DEL MESE, presidente, dichiara concluso lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata.

La seduta termina alle 14.20.

AVVERTENZA

Il seguente punto all'ordine del giorno non è stato trattato:

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DI GRUPPO