VII Commissione - Giovedý 17 maggio 2007


Pag. 130

ALLEGATO 1

Relazione concernente l'individuazione della destinazione delle somme del Fondo per gli investimenti al Fondo per l'edilizia universitaria, per l'anno 2007. Atto n. 86.

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La VII Commissione (Cultura, scienza e istruzione),
esaminata la relazione concernente l'individuazione della destinazione delle somme del Fondo per gli investimenti al Fondo per l'edilizia universitaria, per l'anno 2007 (Atto n. 86);
premesso che appare necessario assicurare stanziamenti adeguati per la realizzazione di strutture e impianti universitari idonei al settore,

esprime

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente condizione:
preveda il Governo per il triennio 2008-2010 la destinazione di somme per l'edilizia universitaria per un importo annuo non inferiore a 100 milioni di euro.


Pag. 131

ALLEGATO 2

Misure per il cittadino consumatore e per agevolare le attività produttive e commerciali, nonché interventi in settori di rilevanza nazionale (C. 2272-bis, Governo).

PROPOSTA DI PARERE DEL RELATORE

La VII Commissione (Cultura, scienza e istruzione),
esaminato, per le parti di propria competenza, il disegno di legge C. 2272-bis, come modificato dagli emendamenti approvati, recante misure per il cittadino consumatore e per agevolare le attività produttive e commerciali, nonché interventi in settori di rilevanza nazionale;
premesso che l'articolo 23 non reca al comma 1 le attività di musica popolare contemporanea e al comma 3 il richiamo all'emanando decreto ministeriale per le fondazioni lirico sinfoniche, previsto dall'articolo 1, comma 1148, della legge finanziaria 2007 (legge n. 296 del 2006);
rilevato che non appare chiaro inoltre come il riconoscimento della natura di media e piccola impresa agli organismi di spettacolo produrrà modifiche ai criteri ed alle modalità di erogazione di contributi sul Fondo unico dello spettacolo enunciate dal 3 comma dell'articolo 23;
evidenziato come nel provvedimento in esame non sia stata inserita alcuna disposizione relativa ad agevolare l'attività del Museo della scienza e della tecnologia di Milano che rappresenta un realtà oltre che scientifica e culturale di primo piano anche tecnologica e di ricerca;

esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti condizioni:
1) appare necessario evitare che con l'approvazione del disegno di legge in esame, si possano produrre modifiche stravolgenti alle attuali norme di erogazione del FUS, ed effetti contrari alla stessa finalità del C. 2272 che, come si legge nella relazione all'articolo 23, mira ad estendere alle imprese di spettacolo l'applicabilità delle norme comunitarie per la media e piccola impresa;
2) risulta altresì necessario sostenere e valorizzare politiche sociali volte a rispondere ai bisogni di crescita culturale, promuovendo lo sviluppo delle attività in materia di spettacolo per l'alto valore di formazione e di aggregazione sociale che le diverse espressioni artistiche perseguono;
3) si preveda altresì un adeguato finanziamento per il Museo della scienza e della tecnologia di Milano.


Pag. 132

ALLEGATO 3

Misure per il cittadino consumatore e per agevolare le attività produttive e commerciali, nonché interventi in settori di rilevanza nazionale (C. 2272-bis, Governo).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La VII Commissione (Cultura, scienza e istruzione),
esaminato, per le parti di propria competenza, il disegno di legge C. 2272-bis, come modificato dagli emendamenti approvati, recante misure per il cittadino consumatore e per agevolare le attività produttive e commerciali, nonché interventi in settori di rilevanza nazionale;
premesso che l'introduzione dell'articolo 23 nel testo in esame non appare coerente con la riforma complessiva dello spettacolo dal vivo in corso di definizione da parte del Governo e risulta altresì penalizzante delle imprese operanti nel settore, visto che si troverebbero a perdere i contributi ad esse riconosciute dal Fondo unico dello spettacolo;
evidenziato che appare invece necessario non penalizzare l'attività di fondazioni museali e enti teatrali che rappresentano realtà di prestigio per il Paese dal punto di vista culturale, scientifico, tecnologico e di ricerca;

esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti condizioni:
1) appare necessario che la normativa prevista all'articolo 23 sia coerente con la legislazione vigente in materia di interventi a sostegno dello spettacolo dal vivo e non contrasti altresì con la disciplina di riforma complessiva del settore, in corso di predisposizione da parte del Governo;
2) risulta altresì necessario prevedere che, all'articolo 1, comma 506, della legge 27 dicembre 2006, dopo le parole: «per l'ambiente» siano aggiunte le seguenti: «alla Fondazione Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, alla Fondazione La Triennale di Milano, all'Ente teatrale italiano».