VII Commissione - Resoconto di mercoledý 20 giugno 2007


Pag. 78

SEDE REFERENTE

Mercoledì 20 giugno 2007. - Presidenza del presidente Pietro FOLENA. - Interviene il viceministro della pubblica istruzione Mariangela Bastico.

La seduta comincia alle 9.20.

Scuola, imprese e società.
C. 2272-ter Governo e C. 2292 Aprea.
(Seguito dell'esame e rinvio).

Sull'ordine dei lavori.

Emerenzio BARBIERI (UDC) chiede di posticipare la seduta delle Commissioni riunite VII e IX prevista per le ore 14 della giornata odierna a causa di impegni dei deputati del gruppo cui appartiene.

Pietro FOLENA, presidente, si riserva di verificare la richiesta dell'onorevole Barbieri anche in relazione ai successivi lavori della Commissione.

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 5 giugno 2007.

Nicola BONO (AN) sottolinea che il Governo ha presentato emendamenti che, per così dire, demoliscono la normativa vigente sulla scuola e l'impianto della cosiddetta riforma Moratti, giudicando particolarmente problematico l'articolo aggiuntivo 31.01 del Governo che reca una delega per la riforma del testo unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione. Osserva inoltre che le proposte emendative presentate dal Governo che recano, tra le altre, nuove disposizioni sul tempo pieno, esami di Stato, organi collegiali, sanzioni, nonché modifiche del testo


Pag. 79

unico in materia di istruzione, sono del tutto estranee ai contenuti del testo originario degli articoli cui si riferiscono. A questo proposito, ritiene che sarebbe stata necessaria un'integrazione della documentazione relativa al provvedimento in titolo per consentire ai deputati di proporre opportune modifiche agli proposte emendative del Governo. Sollecita pertanto il Viceministro Bastico a fornire chiarimenti sul contenuto delle proposte emendative presentate.

Valentina APREA (FI) si associa alla richiesta di integrazione della documentazione.

Emerenzio BARBIERI (UDC) si associa anch'egli alla richiesta di integrazione della documentazione.

Pietro FOLENA, presidente, ricorda che la questione è stata posta dal collega Bono già nella scorsa settimana e che, a fronte della decisione di adottare il provvedimento C. 2272-ter quale testo base, ha assicurato, secondo le disposizioni regolamentari, tempi adeguati per la presentazione di emendamenti, subemendamenti e articoli aggiuntivi al testo in esame. Sottolinea, altresì, che non è prevista un'integrazione di documentazione sui provvedimenti modificati nel corso dell'esame in Commissione, dichiarandosi comunque disponibile a rinviare alla seduta pomeridiana l'esame delle proposte emendative presentate.

Valentina APREA (FI) chiede al Viceministro Bastico di illustrare il contenuto delle proposte emendative del Governo, sollecitando altresì la relatrice ad integrare conseguentemente la sua relazione.

Pietro FOLENA, presidente, ricorda che il relatore sul provvedimento, nella fase procedurale in corso, è chiamato ad esprimere il parere sulle proposte emendative presentate. Alla luce dei pareri illustrati potrà quindi desumersi la relativa posizione del relatore.

Alba SASSO (SDpSE), relatore, osserva che molte disposizioni contenute nelle proposte emendative del Governo hanno carattere di urgenza riguardando l'avvio del prossimo anno scolastico. Si dichiara quindi disponibile a valutare il contenuto delle numerose proposte emendative presentate sia dalla maggioranza sia dall'opposizione, concordando sull'opportunità di un rinvio del loro esame.

Il viceministro Mariangela BASTICO concorda sull'opportunità di rinviare l'espressione formale dei pareri sulle proposte emendative presentate, ribadendo in ogni caso che esse recano norme essenziali per l'apertura nel nuovo anno scolastico; vi è comunque la disponibilità del Governo ad accogliere interventi migliorativi del testo. Sottolinea, altresì, che l'emendamento 28.7 del Governo reca disposizioni in materia di classi funzionanti a tempo pieno, titoli di studio rilasciati dagli istituti tecnici superiori per l'ammissione ai pubblici concorsi, personale docente e non docente, interventi sulle modifiche relative alla sanzioni, normativa sulla sospensione cautelare, proposte di modifica degli esami di Stato, interventi sul regime pensionistico, nonché titoli di studio stranieri.
Sottolinea, inoltre, che l'articolo aggiuntivo 31.01 del Governo prevede una delega legislativa per l'adeguamento del testo unico in materia di istruzione. Ritiene che l'elaborazione di una normativa più trasparente potrebbe ridurre l'elevatissimo numero di ricorsi al TAR da parte del personale scolastico. Auspica, infine, una sollecita approvazione della normativa in esame per consentire un buon avvio del prossimo anno scolastico.

Pietro FOLENA, presidente, alla luce delle considerazioni svolte, ritiene opportuno rinviare ad altra data la seduta delle Commissioni riunite VII e IX e lo svolgimento del seguito dell'audizione del Ministro dell'università e della ricerca, Fabio Mussi, previste nella giornata odierna.

La Commissione concorda.


Pag. 80

Pietro FOLENA, presidente, sospende quindi la seduta.

La seduta, sospesa alle 10, è ripresa alle 15.25.

Pietro FOLENA, presidente, avverte che sono stati presentati emendamenti, subemendamenti e articoli aggiuntivi al provvedimento in esame (vedi allegato 1).

Nicola BONO (AN), intervenendo sul complesso degli emendamenti, prende atto del fatto che il rappresentante Governo e il relatore hanno contribuito a non confutare le perplessità già da lui manifestate in riferimento ad un provvedimento che non appare in linea con gli obiettivi di sostegno al settore della scuola. Ribadisce che il gruppo cui appartiene non ha presentato che un numero limitato di proposte emendative non ritenendo adeguato modificare un provvedimento di per sé immodificabile.

Si passa all'esame dell'articolo 28 e degli emendamenti, subemendamenti e articolo aggiuntivo ad esso riferiti.

Alba SASSO (SDpSE), relatore, esprime parere favorevole sui subemendamenti De Simone 0.28.7.23 e 0.28.7.12, Goisis 0.28.7.15, De Simone 0.28.7.11, 0.28.7.20, 0.28.7.7 e 0.28.7.21, Folena 0.28.7.22, 0.28.7.25 e 0.28.7.24, sull'emendamento 28.7 del Governo, nonché sull'articolo aggiuntivo Folena 28.01. Si rimette al Governo sui subemendamenti Aprea 0.28.7.38, 0.28.7.41, 0.28.7.47 e 0.28.7.50, Folena 0.28.7.10, Aprea 0.28.7.51, Folena 0.28.7.9, De Simone 0.28.7.5. Invita al ritiro, altrimenti il parere è contrario dei restanti emendamenti e subemendamenti riferiti all'articolo 28.

Il viceministro Mariangela BASTICO raccomanda l'approvazione dell'emendamento del Governo 28.7. Chiede di accantonare l'esame del subemendamento De Simone 0.28.7.23. Riguardo al subemendamento Aprea 0.28.7.38, che condivide nel merito, ritiene che il suo contenuto possa essere oggetto di concertazione con il Ministero dei trasporti anche in via amministrativa; invita pertanto i presentatori a ritirarlo. Esprime parere contrario sui subemendamenti De Simone 0.28.7.12, Goisis 0.28.7.15 e De Simone 0.28.7.11. Invita al ritiro dei subemendamenti Aprea 0.28.7.41, 0.28.7.47 e 0.28.7.50, nonché del subemendamento Folena 0.28.7.10, preannunciando la disponibilità a riformulare il comma 13 dell'emendamento 28.7 del Governo alla luce dei contenuti del subemendamento Aprea 0.28.7.48. Si riserva infine di approfondire il contenuto dei subemendamenti De Simone 0.28.7.21 e dell'articolo aggiuntivo Folena 28.01. Concorda infine con il parere espresso dal relatore sulle restanti proposte emendative presentate all'articolo 28.

Valentina APREA (FI) lamenta che non è stato espresso nessun parere favorevole sulle proposte emendative presentate dall'opposizione. Invita quindi il Vicemininistro Bastico a riconsiderare il parere espresso sul suo subemendamento 0.28.7.48, essendo interessata al suo accoglimento da parte della Commissione e del Governo piuttosto che ad una riformulazione del comma 13 dell'emendamento 28.7 del Governo alla luce delle disposizioni da esso recate.

Nicola BONO (AN) ricorda che nel corso della seduta odierna il relatore e il rappresentante del Governo hanno sottolineato che nel provvedimento in esame sono contenute norme urgenti, la cui approvazione è necessaria ad un buon avvio del nuovo anno scolastico, e norme di sistema che potrebbero essere più opportunamente trattate in altri provvedimenti legislativi. Lamenta tuttavia che, alla luce dei pareri espressi, il relatore e il rappresentante del Governo non hanno tenuto conto di questa distinzione e che conseguentemente la portata normativa del provvedimento in esame è rimasta inalterata.

Pietro FOLENA, presidente, precisa che le norme relative agli organi collegiali e alla delega al Governo per la modifica del


Pag. 81

testo unico della legislazione vigente in materia di istruzione non sono state ancora trattate.

Il viceministro Mariangela BASTICO sottolinea che è sua intenzione esaminare il testo limitatamente alle disposizioni necessarie per un buon avvio del nuovo anno scolastico. Per quanto riguarda i provvedimenti di delega legislativa, pur essendovi una forte necessità di armonizzare in un testo unico disposizioni profondamente cambiate dal 1994, si dichiara fin d'ora disponibile a ritirare l'articolo aggiuntivo 31.01 del Governo, manifestando la disponibilità dell'Esecutivo ad affrontarne il tema in un successivo provvedimento specifico. Riguardo agli organi collegiali, sottolinea che il Governo è favorevole ha presentato l'emendamento 29.12 soppressivo dell'articolo 29, al fine di predisporre un provvedimento legislativo autonomo sulla materia. Osserva inoltre che il comma 13 dell'emendamento 28.7 del Governo riguarda l'organizzazione del lavoro dei docenti, che si dovrebbe opportunamente articolare in dipartimenti o in altre forme organizzative, rilevando che la disposizione non si riferisce agli organi collegiali, ma appunto all'organizzazione del lavoro del collegio dei docenti. Sottolinea d'altra parte che l'indicato comma 13 non fa alcun riferimento alle conseguenze contrattuali di tale organizzazione. Ribadisce quindi la disponibilità del Governo ad accogliere il subemendamento Aprea 0.28.7.48, ove riformulato.

Antonio RUSCONI (Ulivo) sottolinea che l'approvazione delle disposizioni in esame è necessaria per l'avvio del nuovo anno scolastico, ritenendo opportuno trattare la materia degli organi collegiali in un autonomo provvedimento legislativo. Osserva, altresì, che al comma 13 dell'emendamento 28.7 del Governo si riconoscono competenze e professionalità già esistenti nell'autonomia degli istituti scolastici, che attualmente sono svolte a livello volontaristico.

Alba SASSO (SDpSE), relatore, esprime perplessità sul contenuto del comma 13 dell'emendamento 28.7 del Governo e, in particolare, sulla possibilità che il collegio dei docenti, si possa strutturare in dipartimenti. Ritiene, inoltre, che si debba fare attenzione a non introdurre modifiche sullo stato giuridico dei docenti.

Titti DE SIMONE (RC-SE) concorda con le perplessità evidenziate dal relatore, non comprendendo il motivo per cui le condizioni per il riconoscimento delle professionalità necessarie alla costituzione dei dipartimenti o delle altre modalità organizzative debbano effettuarsi con successiva sequenza contrattuale. Sottolinea, inoltre, che nelle disposizioni in esame vi sono aspetti che è indispensabile definire attraverso un accordo con le organizzazioni sindacali.

Fabio GARAGNANI (FI) esprime preoccupazione per l'eccessiva burocratizzazione del mondo della scuola che emerge dalle disposizioni in esame. Ritiene infatti che una definizione troppo precisa delle figure professionali potrebbe comprimere la libertà del singolo docente.

Valentina APREA (FI) ritira il suo emendamento 28.1, insistendo per la votazione del suo subemendamento 0.28.7.32. Osserva che il tempo pieno, così come previsto dal comma 1 dell'emendamento 28.7 del Governo implica un irrigidimento degli organici, ricordando che la cosiddetta riforma Moratti non ha sottratto alle famiglie la possibilità di usufruire del tempo pieno ma introdotto una maggiore flessibilità ed un arricchimento dell'offerta formativa.

Emerenzio BARBIERI (UDC) chiede al Governo se la scuola italiana sia in grado di gestire il tempo pieno con gli organici annualmente assegnati a livello regionale.

Guglielmo ROSITANI (AN), nel condividere le perplessità espresse dalla collega Aprea, ritiene pleonastico il riferimento alle norme previgenti al decreto legislativo n. 59 del 2004.


Pag. 82

Il viceministro Mariangela BASTICO precisa che il tempo pieno si svolgerà in base alle disponibilità di organico.

Titti DE SIMONE (RC-SE) sottolinea che è necessario restituire alle famiglie la possibilità di disporre del tempo pieno, la cui richiesta è aumentata in tutte le regioni.

La Commissione respinge quindi il subemendamento Aprea 0.28.7.32.

Pietro FOLENA, presidente, propone di accantonare il subemendamento 0.28.7.23, di cui è cofirmatario.

La Commissione concorda.

Valentina APREA (FI) raccomanda l'approvazione del suo subemendamento 0.28.7.35, sottolineando che il tempo pieno non è stato abrogato dal precedente Governo, ma superato dalla legge n. 148 del 1990 di riforma della scuola elementare, che ne aveva previsto il mantenimento per un certo numero di classi. Osservato che le quaranta ore devono essere garantite, ritiene tuttavia opportuno offrire alle famiglie la possibilità di un orario più flessibile. Evidenziate le duplicazioni comportate dalla scelta di reintrodurre l'organizzazione di classi operanti a tempo pieno, giudica negativamente il contenuto del comma 1 dell'emendamento 28.7 del Governo sia dal punto di vista sia educativo sia economico.

Emerenzio BARBIERI (UDC) preannuncia il voto favorevole sul subemendamento Aprea 0.28.7.35.

Alba SASSO (SDpSE), relatore, si riserva di intervenire sulla materia del tempo pieno nel prosieguo dell'esame.

La Commissione respinge quindi il subemendamento Aprea 0.28.7.35.

Valentina APREA (FI) raccomanda l'approvazione del suo subemendamento 0.28.7.34.

La Commissione respinge il subemendamento Aprea 0.28.7.34.

Guglielmo ROSITANI (AN) chiede di accantonare i subemendamenti riferiti al comma 1 dell'emendamento 28.7 del Governo.

Alba SASSO (SDpSE), relatore, concorda con la proposta dell'onorevole Rositani.

La Commissione delibera accantonare i subemendamenti 0.28.7.27 e 0.28.7.33.

Valentina APREA (FI) raccomanda l'approvazione del suo subemendamento 0.28.7.36, osservando che al comma 2 del subemendamento 28.7 del Governo si intende conferire valore legale al titolo di istruzione tecnica superiore, introducendo rigidità e vincoli alla formazione tecnica che ha ottenuto un notevole punto di forza nella regionalizzazione. Ritiene quindi necessario prevedere un riferimento alla conferenza Stato-regioni.

Paola FRASSINETTI (AN) preannuncia il suo voto favorevole sul subemendamento Aprea 0.28.7.36.

La Commissione respinge quindi il subemendamento Aprea 0.28.7.36.

Valentina APREA (FI) raccomanda l'approvazione del suo subemendamento 0.28.7.37, sottolineando che non vi è bisogno di prevedere percorsi che sottolineino il valore legale dei diplomi di tecnico superiore.

Emerenzio BARBIERI (UDC) lamenta che la formulazione del comma 3 dell'emendamento 28.7 del Governo risulta illeggibile. Preannuncia quindi il voto favorevole sul subemendamento 0.28.7.37.

La Commissione respinge quindi il subemendamento Aprea 0.28.7.37.

Valentina APREA (FI) ritira il suo subemendamento 0.28.7.38.


Pag. 83

Pietro FOLENA, presidente, constata l'assenza del presentatore del subemendamento 0.28.7.14, si intende vi abbia rinunciato.

Il viceministro Mariangela BASTICO ricorda, in riferimento il subemendamento De Simone 0.28.7.12, che il testo proposto al comma 5, lettera c dell'emendamento 28.7 del Governo è volto a correggere una incongruenza relativamente al pagamento dei commissari esterni.

Pietro FOLENA, presidente, ritira il subemendamento De Simone 0.28.7.12, di cui è cofirmatario, riservandosi di ripresentarlo in Assemblea.
Avverte che sono imminenti votazioni in Assemblea, sospende quindi la seduta.

La seduta, sospesa alle 17, è ripresa alle 20.05.

Disposizioni concernenti la Società italiana degli autori ed editori.
C. 2221 Lusetti.
(Seguito dell'esame e rinvio - Nomina di un Comitato ristretto).

La Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 12 giugno 2007.

Giuseppe GIULIETTI (Ulivo), relatore, ringrazia innanzitutto i colleghi intervenuti per i contributi forniti nell'esame del provvedimento che si dimostra essere sostenuto da un consenso generale. Ribadisce la disponibilità a procedere alla costituzione di un Comitato ristretto nell'ambito del quale procedere allo svolgimento di audizioni di soggetti interessati alla applicazione del provvedimento, tra i quali il presidente della SIAE, Giorgio Assumma. Rileva che si tratta di una disponibilità, tra l'altro, manifestata dai colleghi Bono e Rositani, rappresentata anche dai colleghi dei gruppi dell'UDC e di Forza Italia. Riterrebbe d'altra parte opportuno che il Comitato ristretto procedesse anche all'audizione del sottosegretario Levi e delle associazioni di categoria indicate dal presidente Folena. Auspica in ogni caso che si possa procedere in tempi brevi all'approvazione del provvedimento. Aggiunge infine che sarebbe opportuno acquisire elementi di conoscenza sulla possibilità di realizzare un canale televisivo interamente dedicato alla produzione culturale italiana sul modello del canale francese Art'è.

Paola FRASSINETTI (AN) concorda con la proposta di procedere alla costituzione di un Comitato ristretto.

Pietro FOLENA, presidente, concorda con l'esigenza di procedere, nell'ambito del Comitato ristretto, all'audizione di soggetti per approfondire tematiche connesse al provvedimento in esame.

La Commissione delibera quindi di costituire un Comitato ristretto, riservandosi il presidente di nominarne i componenti sulla base delle designazioni dei gruppi.

Scuola, imprese e società.
C. 2272-ter Governo e C. 2292 Aprea.
(Seguito dell'esame e rinvio).

La Commissione riprende l'esame del provvedimento, sospeso nella seduta odierna.

Pietro FOLENA, presidente, constata l'assenza del presentatore del subemendamento 0.28.7.15, si intende vi abbia rinunciato.

Valentina APREA (FI) ritira i suoi subemendamenti 0.28.7.40 e 0.28.7.39.

Il viceministro Mariangela BASTICO esprime parere favorevole sul subemendamento Aprea 0.28.7.41, purché riformulato nel senso di prevedere che l'INVALSI proponga i testo con valutazione ex post degli esiti della prova.


Pag. 84

Valentina APREA (FI) accogliendo la proposta del rappresentante del Governo, riformula conseguentemente il suo subemendamento 0.28.7.41 (vedi allegato 1).

Alba SASSO (SDpSE), relatore, esprime parere favorevole sul subemendamento 0.28.7.41 (nuova formulazione).

Emerenzio BARBIERI (UDC) preannuncia il suo voto contrario sul subemendamento 0.28.7.41.

La Commissione approva quindi il subemendamento Aprea 0.28.7.41 (nuova formulazione), risultando così precluso il subemendamento Rositani 0.28.7.28.

Valentina APREA (FI) raccomanda l'approvazione del suo subemendamento 0.28.7.42, soppressivo del comma 9 dell'emendamento 28.7 del Governo, in quanto ritiene eccessivamente discrezionale la valutazione esterna.

La Commissione, con distinte votazioni, respinge quindi i subemendamenti Aprea 0.28.7.42 e 0.28.7.43.

Pietro FOLENA, presidente, ritira il subemendamento De Simone 0.28.7.11, di cui è cofirmatario, riservandosi di ripresentarlo nel corso dell'esame in Assemblea.

Valentina APREA (FI) raccomanda l'approvazione del suo subemendamento 0.28.7.44.

Emerenzio BARBIERI (UDC) preannuncia il suo voto favorevole sul subemendamento Aprea 0.28.7.44.

La Commissione, con distinte votazioni, respinge quindi i subemendamenti Aprea 0.28.7.44, 0.28.7.45 e 0.28.7.46.

Valentina APREA (FI) raccomanda l'approvazione del suo subemendamento 0.28.7.47.

La Commissione respinge il subemendamento Aprea 0.28.7.47.

Il viceministro Mariangela BASTICO, modificando il precedente avviso, esprime parere favorevole sugli identici subemendamenti Folena 0.28.7.10 e Aprea 0.28.7.50, segnalando problemi di copertura relativamente al comma 13 dell'emendamento 28.7 del Governo.

Alba SASSO (SDpSE) concorda con il parere espresso dal Governo sugli identici subemendamenti Aprea 0.28.7.50 e Folena 0.28.7.10.

Valentina APREA (FI) prende atto con soddisfazione del parere favorevole espresso sul suo subemendamento 0.28.7.50.

Emerenzio BARBIERI (UDC) riterrebbe opportuno che il Ministero dell'istruzione si confrontasse con il Ministero dell'economia prima di presentare le sue proposte emendative.

Pietro FOLENA, presidente, esprime soddisfazione per il parere favorevole espresso sul suo subemendamento 0.28.7.10.

La Commissione approva quindi gli identici subemendamenti Folena 0.28.7.10. e Aprea 0.28.7.50, risultando pertanto preclusi i restanti subemendamenti riferiti al comma 13 dell'emendamento 28.7 del Governo.

Valentina APREA (FI) riterrebbe opportuno accantonare il suo subemendamento 0.28.7.51.

La Commissione delibera quindi di accantonare il subemendamento Aprea 0.28.7.51.

Pietro FOLENA, presidente, ritira il suo subemendamento 0.28.7.9.
Constata l'assenza dei presentatori dei subemendamenti 0.28.7.18, 0.28.7.19 e 0.28.7.17, si intende vi abbiano rinunciato.


Pag. 85

Valentina APREA (FI) preannuncia il suo voto favorevole sul subemendamento De Simone 0.28.7.20.

Emerenzio BARBIERI (UDC) ritiene che il parere di cui al punto 3 del comma 15 dell'emendamento 28.7 del Governo debba essere vincolante.

Alba SASSO (SDpSE), relatore, sottolinea che è opportuno prevedere un tempo di 60 giorni per l'espressione del suddetto parere.

La Commissione approva quindi il subemendamento De Simone 0.28.7.20.

Pietro FOLENA, presidente, ritira il subemendamento 0.28.7.7 di cui è cofirmatario.

Valentina APREA (FI) ritira i suoi subemendamenti 0.28.7.52, 0.28.7.53, 0.28.7.54 e 0.28.7.55.

Pietro FOLENA, presidente, ritira i subemendamenti 0.28.7.21 e 0.28.7.5, di cui è cofirmatario.

Valentina APREA (FI) raccomanda l'approvazione del suo subemendamento 0.28.7.56.

La Commissione respinge il subemendamento Aprea 0.28.7.56.
Approva il subemendamento Folena 0.28.7.22, risultando precluso il subemendamento 0.28.7.13.

Pietro FOLENA, presidente, raccomanda l'approvazione del suo subemendamento 0.28.7.25.

Valentina APREA (FI) sottoscrive il subemendamento Folena 0.28.7.25.

Fabio GARAGNANI (FI) sottoscrive il subemendamento Folena 0.28.7.25.

Emerenzio BARBIERI (UDC) preannuncia voto favorevole sul subemendamento Folena 0.28.7.25.

Paola FRASSINETTI (AN) sottoscrive il subemendamento Folena 0.28.7.25.

La Commissione approva quindi il subemendamento Folena 0.28.7.25.

Pietro FOLENA, presidente, illustra le finalità del suo subemendamento 0.28.7.24, raccomandandone l'approvazione.

Valentina APREA (FI) sottoscrive il subemendamento Folena 0.28.7.24.

Fabio GARAGNANI (FI) sottoscrive il subemendamento Folena 0.28.7.24.

Paola FRASSINETTI (AN) sottoscrive il subemendamento Folena 0.28.7.24.

La Commissione approva quindi il subemendamento Folena 0.28.7.24.

Il viceministro Mariangela BASTICO propone di accantonare l'emendamento 28.7 del Governo e i successivi emendamenti riferiti all'articolo 28.

La Commissione delibera l'accantonamento dei successivi emendamenti e dell'articolo aggiuntivo riferito all'articolo 28.
Si passa all'articolo 29 e degli emendamenti e degli articoli aggiuntivi ad esso riferiti.

Alba SASSO (SDpSE), relatore, esprime parere favorevole sugli identici emendamenti Aprea 29.10 e Governo 29.12, invitando al ritiro delle restanti proposte emendative riferite all'articolo 29.

Il viceministro Mariangela BASTICO concorda con il parere espresso dal relatore.

La Commissione approva quindi gli identici emendamenti Aprea *29.10 e *29.12 del Governo, risultando così preclusi


Pag. 86

i restanti emendamenti riferiti all'articolo 29.

Valentina APREA (FI) ritira i suoi articoli aggiuntivi 29.01, 29.02 e 29.03.

Pietro FOLENA, presidente, rinvia quindi il seguito dell'esame ad altra seduta.

La seduta termina alle 21.30.

INDAGINE CONOSCITIVA

Mercoledì 20 giugno 2007. - Presidenza del presidente Pietro FOLENA.

La seduta comincia alle 15.

Indagine conoscitiva sulle recenti vicende relativa al calcio professionistico, con particolare riferimento al sistema delle regole e dei controlli.

Esame del documento conclusivo.
(Esame del documento conclusivo e rinvio).

Pietro FOLENA, presidente, avverte che la pubblicità dei lavori sarà assicurata, oltre che mediante impianto audiovisivo a circuito chiuso, anche attraverso la trasmissione televisiva sul canale satellitare della Camera dei deputati.

Pietro FOLENA, presidente, illustra una proposta di documento conclusivo (vedi allegato 2) che tiene conto delle audizioni svolte nel corso dell'indagine conoscitiva, delineando alcune ipotesi conclusive che rimette alla valutazione della Commissione.

Mario PESCANTE (FI) esprime apprezzamento per la proposta di documento conclusivo presentata dal presidente Folena, pur rilevando l'opportunità di puntualizzarne ulteriormente alcuni profili. Riterrebbe opportuno che si procedesse ad un approfondimento generale sul tema dello sport e non solo del calcio, esprimendo alcuni rilievi formali sulla formulazione della proposta in esame. Aggiunge l'opportunità di ribadire l'importanza dell'autonomia dello sport, limitando gli interventi del legislatore agli ambiti di propria competenza.

Pietro FOLENA, presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia quindi il seguito dell'esame della proposta di documento conclusivo ad altra seduta.

La seduta termina alle 15.25.

N.B.: Il resoconto stenografico della seduta è pubblicato in un fascicolo a parte.