XIII Commissione - Resoconto di giovedý 28 giugno 2007


Pag. 158

INTERROGAZIONI

Giovedì 28 giugno 2007 - Presidenza del presidente Marco LION. - Interviene il sottosegretario di Stato per le politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Boco.

La seduta comincia alle 13.40

Variazione nella composizione della Commissione.

Marco LION, presidente, comunica che entra a far parte della Commissione Agricoltura l'onorevole Marco Pottino.

5-00998 Bono: Esclusione del comune di Francofonte dalla dichiarazione di eccezionalità degli eventi calamitosi che hanno colpito le province di Catania e Siracusa.

Il sottosegretario Stefano BOCO risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 1) precisando che il decreto di declaratoria si trova attualmente alla firma del Ministro e ne è imminente l'adozione.

Nicola BONO (AN), replicando, dichiara la propria piena soddisfazione per la risposta del rappresentante del Governo. Il decreto che estende la dichiarazione


Pag. 159

di eccezionalità degli eventi calamitosi al comune di Francofonte rappresenta, a suo giudizio, un intervento necessario, che sana una situazione altrimenti incomprensibile. Osserva infatti che il territorio del comune di Francofonte si è trovato al centro delle piogge alluvionali che si sono abbattute sulle province di Catania e Siracusa nel dicembre 2005, ma, in modo del tutto immotivato, è stato escluso dalle aree per le quali il relativo decreto ministeriale aveva dichiarato l'eccezionalità degli eventi calamitosi. Dalla risposta che il rappresentante del Governo ha fornito alla propria interrogazione risulta che a questo errore sta per essere posto rimedio.

5-01102 Sanna: Riconversione dello zuccherificio di Villasor (Cagliari).

Il sottosegretario Stefano BOCO risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 2).

Emanuele SANNA (Ulivo), replicando, si dichiara parzialmente soddisfatto. Dichiara altresì che seguirà con vigile attesa gli sviluppi della riconversione dell'impianto di Villasor, al quale si riferisce l'interrogazione da lui presentata. Ricorda che la riforma del settore bieticolo-saccarifero adottata a livello comunitario ha avuto come conseguenza per la Sardegna la dolorosa rinuncia a una produzione che nell'isola vantava una tradizione secolare, con pesanti ricadute in termini di occupazione. A seguito di tale riforma è stato prospettato un piano di riconversione e, in particolare, per quanto concerne lo zuccherificio di Villasor, in provincia di Cagliari, di proprietà della società Eridania-Sadam, è stata definita un'intesa che prevede la riconversione dello stabilimento in una centrale alimentata da biomasse e in un impianto di produzione di biodiesel, in modo da garantire il mantenimento di stabili livelli occupazionali e lo sviluppo di attività produttive alternative nel territorio interessato. Segnala tuttavia che, come evidenziato nell'interrogazione, sono in atto forti pressioni per realizzare la centrale energetica e l'impianto di produzione di biodiesel in un sito molto distante da Villasor, con il rischio di gravi conseguenze economiche e sociali, connesse ai disagi che ne deriverebbero per i lavoratori e alla delocalizzazione delle coltivazioni di barbabietola. Auspica pertanto che il confronto tra il Ministero, la società proprietaria dell'impianto, i rappresentanti della regione e degli enti locali interessati, che è in corso, secondo quanto risulta dalla risposta del rappresentante del Governo, porti ad una soluzione positiva, che corrisponda agli impegni assunti e che non penalizzi il territorio di Villasor.

5-01119 Lion: Revoca o sospensione di atti relativi all'immissione nell'ambiente di OGM.

Marco LION, presidente, chiede che, in considerazione dell'argomento dell'interrogazione da lui presentata, lo svolgimento sia rinviato ad una successiva seduta, alla quale possa partecipare direttamente il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali.

Il sottosegretario Stefano BOCO dichiara il proprio assenso alla richiesta del Presidente Lion e si fa carico di trasmetterla al Ministro.

Marco LION, presidente, rinvia quindi lo svolgimento dell'interrogazione in titolo ad una successiva seduta.

5-01154 Mellano: Effetti negativi delle pratiche agricole sull'ambiente e riduzione della consistenza di specie di uccelli tipiche di ambienti agricoli.

Il sottosegretario Stefano BOCO chiede che la risposta all'interrogazione in titolo sia differita per il tempo necessario ad un approfondimento dell'istruttoria, dal momento che dagli elementi forniti dagli uffici del Ministero risultano dati non concordanti con quelli contenuti nell'interrogazione.


Pag. 160

Bruno MELLANO (RosanelPugno) si dichiara disponibile a rinviare lo svolgimento dell'interrogazione in titolo. Evidenzia peraltro al Presidente della Commissione l'opportunità di prevedere un'apposita seduta per lo svolgimento di interrogazioni a risposta in Commissione alla quale partecipi il Ministro.

Marco LION, presidente, si impegna a dare seguito alla richiesta del deputato Mellano e rinvia ad una successiva seduta lo svolgimento dell'interrogazione in titolo. Dichiara quindi concluso lo svolgimento delle interrogazioni all'ordine del giorno.

La seduta termina alle 14.05

INDAGINE CONOSCITIVA

Giovedì 28 giugno 2007. - Presidenza del presidente Marco LION. - Interviene il sottosegretario di Stato per le politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Boco.

La seduta comincia alle 14.05

Indagine conoscitiva sul settore vitivinicolo.
(Deliberazione).

Marco LION, presidente, ricorda che, come già indicato nella seduta di martedì 26 giugno, è stata acquisita, ai sensi dell'articolo 144, comma 1, del regolamento, la prescritta intesa con il Presidente della Camera sull'indagine conoscitiva concernente il settore vitivinicolo, sulla base del programma stabilito dall'Ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi, nella seduta di mercoledì 6 giugno 2007. Propone, quindi, di deliberare l'indagine sulla base del suddetto programma.

La Commissione approva il programma dell'indagine conoscitiva, concordato in sede di Ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi (vedi allegato 3).

Sull'ordine dei lavori.

Marco LION, presidente, propone l'inversione dell'ordine del giorno, nel senso di procedere in primo luogo all'ufficio di presidenza e, successivamente, al Comitato ristretto.

La Commissione concorda.

La seduta termina alle 14.10

UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si è riunito dalle 14.10 alle 14.15

COMITATO RISTRETTO

Giovedì 28 giugno 2007.

Disposizioni in materia di agroenergie.
C. 289 Bellotti, C. 1385 Dozzo, C. 1603 Lion C. 1751 Servodio e C. 2301 Misuraca.

Il Comitato ristretto si è riunito dalle 14.15 alle 14.45.