X Commissione - Giovedý 8 novembre 2007


Pag. 90

ALLEGATO

Decreto-legge 159/2007: Interventi urgenti in materia economico-finanziaria, per lo sviluppo e l'equità sociale (C. 3194 Governo, approvato dal Senato).

PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE

La X Commissione permanente (Attività produttive, commercio e turismo), esaminato, per le parti di competenza, il disegno di legge recante conversione del decreto-legge n. 159 del 2007, Interventi urgenti in materia economico-finanziaria, per lo sviluppo e l'equità sociale, nel testo approvato dal Senato della Repubblica;
osservato preliminarmente che la finalità condivisibile del provvedimento è quella di adottare disposizioni che, in coerenza con gli obiettivi di finanza pubblica definiti dal DPEF, avviino un processo di restituzione del maggiore gettito fiscale, rispetto alle previsioni, dando priorità ai soggetti incapienti ed intervenendo a sostegno della realizzazione di infrastrutture e investimenti;
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti osservazioni:
a) in relazione all'articolo 26-ter, concernente il servizio idrico integrato, valuti la Commissione di merito l'opportunità di modificare la formulazione del comma 1 al fine di fare riferimento, quale termine per la sospensione di nuovi affidamenti, all'entrata in vigore delle disposizioni correttive del codice ambientale, anziché all'emanazione delle stesse;
b) in relazione all'articolo 46:
appare anzitutto opportuno che la Commissione modifichi, al secondo periodo del comma 1, la dizione «giudizio» con la dizione «valutazione», in coordinamento alla modificazione apportata dal Senato, ovvero la sostituzione dell'espressione «giudizio di compatibilità ambientale», al primo periodo, con l'espressione «valutazione dell'impatto ambientale»;
valuti la Commissione di merito come intervenire al fine di semplificare la procedura autorizzatoria relativa alla costruzione e all'esercizio di rigassificatori GNL in un'ottica di autorizzazione unica;
valuti la Commissione di merito l'opportunità di applicare in modo uniforme sull'intero territorio nazionale la normativa onde evitare regionalismi che potrebbero ritardare ovvero bloccare l'iter procedurale;
c) in relazione all'articolo 46-quinquies, valuti la Commissione di merito l'opportunità di specificare in modo più corretto dal punto di vista normativo le definizioni «condivisione delle infrastrutture» e «proporzionalità del contributo».